breaking news

Bilancio, parere del Comitato tecnico regionale. Laricchia (M5S): “Proposte in sintonia con nostro programma del 2015”

8 agosto, 2017 | scritto da Redazione
Bilancio, parere del Comitato tecnico regionale. Laricchia (M5S): “Proposte in sintonia con nostro programma del 2015”
Economia
0

Il Comitato Tecnico Regionale di supporto alla Commissione Bilancio ha espresso un parere nell’ambito del Programma di Lavoro per il 2017 “Realizzare un’Europa che protegge, dà forza e difende” in cui ha realizzato un’analisi degli strumenti di monitoraggio e valutazione della spesa comunitaria. Sulla questione interviene la consigliera regionale M5S Antonella Laricchia componente della I Commissione Bilancio, la quale evidenzia come le proposte del Comitato siano le stesse che il Movimento 5 Stelle aveva individuato nel programma scritto con i cittadini, delle elezioni regionali 2015.

Ho rilevato con soddisfazione che molte delle proposte concrete che si suggeriscono di attuare – dichiara Laricchia – sono le stesse individuate nel programma M5S per le elezioni regionali 2015. Programma che stiamo tenendo presente nel corso della nostra attività istituzionale al fine di realizzare, pur da forza di opposizione, gli interventi che avevamo promesso ai cittadini di realizzare”.

Laricchia prosegue evidenziando le proposte del Comitato in sintonia con le azioni proposte dal M5S in tema di formazione personale, di gestione dei fondi strutturali europei e di creazione di uno “sportello” che guidi cittadini, professionisti ed imprenditori nella comprensione e nell’utilizzo degli strumenti agevolativi messi a disposizione al fine di valorizzare il territorio pugliese.

Il Movimento 5 Stelle Puglia propone l’istituzione di una “Authority per la formazione personale”, quale organismo indipendente dalla politica che possa garantire una maggiore trasparenza, in particolare nella fase di accreditamento degli enti di formazione professionale, il Comitato suggerisce qualcosa di simile quando propone di “strutturare un Ufficio Placement Regionale”, ovvero un ufficio operativo che possa prendere in carico il soggetto beneficiario dell’intervento formativo e che sulla scorta delle esigenze del territorio, possa facilitare il matching fra domanda e offerta di lavoro.

Lo stare a stretto contatto con le aziende – prosegue Laricchia – consentirebbe altresì agli uffici regionali, in tempo reale, di orientare le politiche regionali con riferimento alla spesa per la formazione professionale, destinando le risorse a profili direttamente connessi alle offerte di lavoro presenti. Una struttura di questo tipo consentirebbe inoltre di monitorare direttamente e nell’immediatezza dell’intervento formativo, l’efficacia dell’azione svolta dal singolo Ente accreditato, consentendo in questo modo di poter strutturare un sistema di rating per gli agenti formativi, evidentemente premiante rispetto a quegli indicatori che possono rappresentare l’efficacia della spesa (tempi di inserimento lavorativo, attinenza col percorso di studi, ecc…)“.

Analogamente, la consigliera pentastellata evidenzia come mentre nel suo programma il M5S Puglia propone la “Razionalizzazione ed efficienza nella gestione e nei procedimenti di assegnazione dei fondi strutturali europei“, il Comitato avverta la stessa esigenza suggerendo “di individuare all’interno dell’Agenzia Regionale Puglia Sviluppo un’area dedicata ai soli Fondi Diretti, attraverso competenze che possano, da un lato monitorare quotidianamente le Call Pubblicate dalla Commissione, […], per poi attivare tavoli di lavoro che possano prendere in carica le Call che si ritengono strategiche e portarle avanti per la sottomissione della candidatura” e anche “di indirizzare […] i beneficiari delle risorse pubbliche, a comunicare i dati più significativi rispetto alla crescita aziendale, per almeno tre esercizi successivi all’erogazione del contributo“.

Infine – incalza la consigliera pentastellata – mentre il M5S propone l'”Attivazione di uno ‘sportello Europa’ all’interno della Regione Puglia che si ponga come finalità generale la valorizzazione del territorio pugliese come strumento catalizzatore dell’economia“, il Comitato suggerisce il “potenziamento dell’attività di comunicazione ed orientamento già offerta da Puglia Sviluppo, […] attraverso l’organizzazione di uno sportello di formazione (per i professionisti) e orientamento (per gli imprenditori), in grado non solo di descrivere i singoli strumenti agevolativi, ma di orientare il possibile fruitore rispetto allo strumento che meglio si adatta alle condizioni specifiche, evitando di limitarsi all’offerta regionale”. Ci inorgoglisce – conclude Laricchia – constatare come il nostro metodo di lavoro basato sul confronto e sulla partecipazione dei cittadini oltre che sullo studio attento delle problematiche sul territorio e nelle istituzioni, ci abbia permesso nel 2015, di giungere alle stesse conclusioni alle quali sono giunti oggi i professionisti che compongono il Comitato. L’auspicio è che la Commissione e la giunta regionale ora possano tenere in considerazione queste proposte”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *