breaking news

Convegno Breast Unit.- Loizzo: decisivo per la salute delle donne creare centri multidisciplinari

25 settembre, 2017 | scritto da giuseppe zingaro
Convegno Breast Unit.- Loizzo: decisivo per la salute delle donne creare centri multidisciplinari
Eventi
0

Dirigenti, responsabili amministrativi, medici si interrogano sulla prevenzione e cura del tumore al seno.

La Puglia è in ritardo di un anno sull’ organizzazione delle Breast Unit, i centri di senologia multidisciplinari, ma sta cercando di colmarlo. Ha l’obiettivo di mettere a confronto tutti i protagonisti del sistema sanitario regionale il convegno “Tumore al seno e Breast Unit in Puglia”, organizzato a Bari da Europa Donna Italia, movimento che tutela i diritti delle donne alla prevenzione e cura del tumore al seno. Il dibattito ha coinvolto dirigenti, responsabili amministrativi dell’organizzazione sanitaria e i primari e medici che affrontano le patologie sul campo.
Un appuntamento ospitato nell’Aula del Consiglio regionale, sede simbolica “perché è qui che vengono assunte le decisioni che riguardano l’assetto complessivo della sanità pugliese”, ha fatto presente nel dare avvio ai lavori il vicepresidente della commissione consiliare sanità, Luigi Manca, medico senologo nella vita professionale.
L’ottanta per cento dell’attività regionale è riservata alle questioni sanitarie, per questo sono importanti momenti di approfondimento, di scambio di opinioni e riflessioni su problemi delicati per la qualità della vita e della salute di tante donne, ha osservato nell’intervento di saluto il presidente del Consiglio regionale della Puglia Mario Loizzo. È importante, ha detto, “il lavoro straordinario di associazioni come Europa Donna, che fa della prevenzione e dell’informazione la sua missione principale. Nelle malattie oncologiche la diagnostica precoce è l’aspetto determinante, una delle ragioni principali per un esito terapeutico efficace”.
Ci sono esempi di eccellenza nella sanità pugliese ma il bisogno di eccellenza non si esaurisce mai ed “è bene essere consapevoli – ha notato il presidente del Consiglio regionale – che non si va da nessuna parte se le strategie non incrociano la virtuosità degli uomini e delle donne della sanità, il modo con il quale ci si approccia al paziente”.
Fondamentale lo scambio di conoscenze e ricerche, decisiva la creazione di una rete oncologica interdisciplinare: dal presidente Loizzo è venuto l’apprezzamento per le associazioni e per l’impegno di milioni di volontari che in silenzio aiutano a superare tante sofferenze e criticità. Il suo augurio è che da momenti di riflessione come questo e dalla creazione di centri specializzati per il cancro al seno si possa ricevere la spinta a migliorare l’assistenza sanitaria regionale e aiutare il sistema a garantire il diritto alla salute delle donne e degli uomini. (fel)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *