breaking news

Canosa di Puglia – “Libriamoci” Giornata di lettura nelle scuole

20 ottobre, 2017 | scritto da alessia paradiso
Canosa di Puglia – “Libriamoci” Giornata di lettura nelle scuole
Cultura
0

La Direzione del Centro per il libro e la lettura ha avviato per la quarta edizione l’iniziativa dal titolo “Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole 2017” che promuove la lettura “a voce alta” nelle scuole, iniziativa condivisa dal Miur e accolta con vivo interesse dal Mibact che quest’anno ospiterà la manifestazione nelle aree culturali di appartenenza. L’invito del Ministro Franceschini è rivolto a tutti i Direttori dei Poli Museali ai quali si chiede di aderire all’iniziativa prendendo contatti con le scuole, con scrittori, personalità del mondo della cultura e delle istituzioni, attori, speaker radiofonici che porteranno gratuitamente il loro contributo come voci recitanti rese ancor più comunicative ed efficaci dalla cornice insolita degli ambienti museali, aree archeologiche e castelli.

Il Polo Museale della Puglia, Museo Archeologico Nazionale P.Sinesi, e l’ Ufficio per le Comunicazioni sociali, Museo dei Vescovi, organizzano un incontro – dibattito il 23/10/2017 alle ore 10,30 presso la sala conferenze “Oasi F. Minerva”, via Muzio Scevola Canosa di Puglia con gli studenti del Liceo Scientifico “E. Fermi” sul libro “La Comunicazione è relazione” del giornalista Enzo Quarto, Referente Regionale dell’U.C.S.. Tema principale la profonda trasformazione culturale in atto, paragonabile come portata alla rivoluzione industriale, che ci pone di fronte al cambiamento del nostro modo di comunicare. Il confine che separa le potenzialità offerte dalla comunicazione digitale e i rischi di un cattivo utilizzo di questi è davvero sottile, quasi impercettibile. Enzo Quarto, pertanto, illustrerà tali tematiche, invitando a riscoprire la centralità dell’uomo e del proprio pensiero.

Interverrà, inoltre, Mons. Felice Bacco, Direttore dell’U.C.S.D, e successivamente sarà possibile visitare il Museo Archeologico Nazionale “Palazzo Sinesi” e il “Museo dei Vescovi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *