breaking news

Protesta medici: sostegno anche dalla UIL che chiede subito l’Assessore alla Sanità

10 novembre, 2017 | scritto da alessia paradiso
Protesta medici: sostegno anche dalla UIL che chiede subito l’Assessore alla Sanità
Attualità
0
“Condividiamo pienamente e sosteniamo l’iniziativa dei medici pugliesi, nei confronti dei quali esprimiamo la massima solidarietà del sindacato.
Del resto, già in tempi non sospetti avevamo sollecitato la Regione Puglia a programmare il sistema sanitario partendo dal coinvolgimento della categoria, che quotidianamente vive in prima linea tutti i problemi e le tante criticità della Sanità regionale. Appello che, come tanti altri, è rimasto inascoltato”.
Aldo Pugliese, Segretario Generale della UIL di Puglia, si schiera con i medici che protestano contro la mala gestio della sanità pugliese. “E’ indispensabile -dice – una rete fra i medici della Puglia, in particolare tra i medici di famiglia, che graviti attorno ai poliambulatori territoriali. Nella nostra regione i PTA restano un’utopia, la riconversione in presidi territoriali assistenziali di alcuni ospedali, così come previsto dal piano sanitario regionale, è rimasta sulla carta. Una situazione che favorisce il continuo ricorso ai ricoveri, che non solo causano disagi ai cittadini, ma comportano
una spesa enorme per le casse della Regione Puglia, difficilmente sostenibile nel lungo periodo per una Sanità che fa già acqua da tutte le parti, con una spesa farmaceutica fuori controllo, con organici numericamente inadeguati e tra l’altro sottoposti, senza alcuna protezione o misura di sicurezza di sorta, a continue aggressioni sul posto di lavoro”.
“Non crediamo più prorogabile – concludono Pugliese e Vatinno – la nomina di un assessore alla Sanità, che si dedichi 24 ore su 24 alla risoluzione delle tante, troppe difficoltà che attanagliano il
servizio sanitario regionale. Il Presidente della Regione Puglia deve arrendersi all’evidenza, per il bene e per il futuro di oltre quattro milioni di pugliesi”.
 
 
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *