breaking news

Barletta – Si presenta la coalizione di centrodestra, in vista delle politiche e amministrative 2018

12 gennaio, 2018 | scritto da Redazione
Barletta – Si presenta la coalizione di centrodestra, in vista delle politiche e amministrative 2018
Attualità
0

E’ cominciata ieri sera (11 gennaio 2018) a Barletta, nel corso di una conferenza stampa svoltasi presso la sede politica del centrodestra locale, in viale Giannone 4, la campagna elettorale della coalizione dello stesso centrodestra in vista delle elezioni politiche e amministrative della prossima primavera.
Sarebbe molto imminente, invece, la riunione dei membri del PD, i quali dovrebbero decidere se svolgere o meno le primarie per la scelta del candidato sindaco. Ieri sera, gli esponenti della coalizione di centrodestra, hanno dichiarato piuttosto, di voler essere un’alternativa migliore per la città della Disfida, distrutta da un decennio dallo stesso PD e fanno altresì sapere che avrebbero già individuato internamente alla coalizione un proprio potenziale candidato sindaco. Una coalizione, quella del centrodestra, composta da partiti e movimenti politici : Forza Italia (rappresentato dal commissario cittadino Giovanni Ceto) Fratelli d’Italia (la cui portavoce cittadina è Stella Mele) Lega- Noi con Salvini (il cui referente cittadino è Giuseppe Palmitessa) Rivoluzione Cristiana (rappresentato dalla segretaria provinciale BAT Giovanna Buttari) Cantiere-Noi Ripartiamo Barletta (il cui referente cittadino è Genesio Piccolo)
Dopo la presentazione delle proposte avanzate dai segretari e referenti dei partiti che compongono la su indicata coalizione che parteciperà alle amministrative 2018, sono intervenuti i consiglieri comunali afferenti alla medesima coalizione e che nell’assise comunale rappresentano l’opposizione all’amministrazione Cascella: Dario Damiani (capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale) e Flavio Basile neo membro del partito “Lega-Noi con Salvini Puglia” e punto di riferimento in consiglio comunale della lista civica “Adesso Puoi”.
“A Barletta l’alternativa al “cancro” denominato PD, esiste, basta solo buona volontà – ha dichiarato nel corso della conferenza stampa Damiani – Dalle politiche alle amministrative, da oggi apriamo ufficialmente la nostra campagna elettorale. La nostra è una città male amministrata da dieci anni e noi ci proporremmo come alternativa avanzando programmi, liste e progetti con la nostra coalizione, composta da persone che hanno già avuto esperienze politiche e che soprattutto si conoscono bene tra di loro. Inoltre, resta fermo l’appoggio anche del nostro collega consigliere Gennaro Cefola e siamo aperti a chiunque (forze politiche e civiche ed esponenti cittadini) voglia dare un valido sostegno ai nostri programmi finalizzati al bene comune.”
Del resto, “Rinnoviamo l’invito formale anche ai partiti e movimenti costituenti la lista politica “Noi con l’Italia” che si richiamano al centrodestra – si legge nel comunicato che annunciava l’incontro con gli organi di stampa –
Dello stesso parere è stato anche il consigliere Basile, nonché presidente della commissione consigliare ai Lavori Pubblici, il quale ha poi aggiunto che: “La nostra è stata un’opposizione costruttiva e non ostativa ne tanto meno ostruzionistica, se non quando, nostro malgrado, abbiamo deciso di abbandonare l’aula dinanzi a certe fandonie, anche insieme a coloro, che nonostante abbiamo condiviso le nostre idee per ben cinque anni, oggi hanno deciso, assumendosene le proprie responsabilità, di prendere altre strade: saranno poi gli elettori a decidere per loro fra quattro mesi . Nostro merito è anche quello di aver finalmente sbloccato cantieri importanti come quello della 167, in qualità anche del ruolo di presidente della commissione che presidio, risolvendo l’atavico problema (non solo urbanistico ma anche sociale) delle opere di urbanizzazione; idem per quanto riguarda il problema dei trenta lavoratori della Global (società che lavora in partner con il Comune e la Barsa) i quali grazie al nostro voto in consiglio comunale, non hanno perso il proprio posto di lavoro.
Da non dimenticare la questione di Via Einaudi, laddove un’amministrazione ceca e presuntuosa di centrosinistra dimenticava che lì sotto c’erano i sotto servizi e quindi la mappa di quest’ultimi era completamente sballata. Grazie al nostro intervento e della Commissione che presidio, abbiamo invitato uno dei vertici di RFI (Rete Ferroviaria Italiana) ossia l’ ingegner De Carlo, riuscendo a sbloccare anche questo cantiere, ridando allo stesso tempo fiducia ai residenti di quella zona.” Siamo aperti anche alla “Buona Politica” – ha infine aggiunto il consigliere di “Adesso Puoi” – se Dipaola partecipa agli incontri politici del PD e Dicataldo si dissocia da quest’ultimo , è chiaro che la situazione non è ancora ben chiara all’interno della “Buona Politica” e noi siamo disposti anche ad accogliere le loro proposte, qualora vogliano farlo.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *