breaking news

Barletta – Piazza Umberto I: accordo Asl Bt e Comune

7 marzo, 2018 | scritto da alessia paradiso
Barletta – Piazza Umberto I: accordo Asl Bt e Comune
Batreport
0
Piazza Umberto I a Barletta, la piazza antistante la sede del distretto socio-sanitario, sarà messa a disposizione del Comune di Barletta e potrà tornare alla fruizione dei cittadini. La Asl Bt e il Comune di Barletta, dopo mesi di missive richieste e indecisioni sui lavori da compiere sulla stessa piazza, siedono allo stesso tavolo e concordano un progetto di ripristino dei luoghi che tenga conto delle competenze di ciascuna amministrazione, dei giusti tempi di realizzazione del progetto e delle esigenze di utilizzo tanto dei cittadini quanto del sistema sanitario. L’accordo è stato definito ieri 5 marzo durante un incontro al quale hanno partecipato, oltre ad Alessandro Delle Donne (Direttore Generale Asl Bt) e a Pasquale Cascella (Sindaco di Barletta), anche Giulio Schito (Direttore Amministrativo Asl Bt), Carlo Ieva (Direttore Area Tecnica Asl Bt), Annamaria Guglielmi (segretario generale del Comune di Barletta) e Donato Lamacchia (Dirigente architetto del Comune)

“Ho trovato piena e fattiva collaborazione nel sindaco di Barletta – dice Alessandro Delle Donne, Direttore Generale della Asl Bt – abbiamo appianato tutte le precedenti difficoltà e siamo giunti alla definizione di un progetto che realizzeremo in piena sinergia, capace di restituire alla cittadinanza un luogo di ritrovo e di garantire accesso al distretto socio-sanitario ubicato presso l’ex ospedale”.
“Cosi come concordato con il sindaco Cascella – continua Delle Donne – avvieremo a brevissimo il tavolo di lavoro e daremo immediatamente seguito al progetto già presentato dalla Asl Bt nei mesi scorsi, in piena e fattiva sinergia istituzionale. Le due amministrazioni, infatti, non possono non collaborare nella riorganizzazione di uno spazio di proprietà del Comune, ma da anni utilizzato dall’amministrazione sanitaria. La rimozione della recinzione e la riqualificazione dei luoghi daranno nuova vita a uno spazio che, come è giusto che sia, deve tornare alla libera fruizione dei cittadin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *