breaking news

Nuova Andria – Battuta la Virtus Molfetta 0-1 con una rete di Civita

12 marzo, 2018 | scritto da alessia paradiso
Nuova Andria – Battuta la Virtus Molfetta 0-1 con una rete di Civita
Calcio
0

Vittoria importantissima in chiave playoff per la NUOVA ANDRIA Calcio. I ragazzi di mister Cosimo Sinisi si impongono 0-1 allo stadio “Petrone” di Molfetta contro la Virtus grazie ad un gran gol di Sabino Civita arrivato nel secondo tempo.
Amarezza nel finale per l’espulsione di Quacquarelli, per somma di ammonizioni, che sarà costretto a saltare il difficile match di domenica prossima contro l’Apricena al “Fidelis”.
Mister Cosimo Sinisi conferma il 4-3-2-1 delle ultime uscite e schiera tra i pali Zingaro, in difesa Di Palma, Cafagna,+ capitan Pasculli e Civita, a centrocampo Amorese F., Amorese D. e Tota, in avanti Luceri supportato da Zinni e Quacquarelli. Arbitra Destino della Sezione di Brindisi.
Il primo tempo è combattuto su ogni pallone. Al minuto 2′ Luceri ha subito una palla buona per concludere a rete, ma la difesa libera in angolo tempestivamente. Al 4′ Salamina risponde calciando una punizione alta sopra la traversa. Al 21′ la prima vera occasione per la NUOVA ANDRIA Calcio: Quacquarelli si libera in area, ma il suo destro a incrociare sfiora solo il palo. I ragazzi di mister Sinisi partono bene, ma nel finale di primo tempo subiscono il gioco avversario. Al 34′ De Gennaro sfiora la traversa su punizione, mentre al 38′ Binetti tira in modo sbilenco da buona posizione dopo aver superato la difesa andriese. Al 45′, infine, sempre Binetti di testa manda la sfera di un soffio sul fondo. Fine primo tempo sullo 0-0 e calzettoni degli andriesi bucati dagli interventi fuori tempo degli avversari.

Il secondo tempo resta “imballato”. Il match non decolla con le squadre impegnate a distruggere il gioco avversario. Al 19′ Mininni arriva alla conclusione, ma Zingaro è attento e para in due tempi. Due minuti più tardi risponde Quacquarelli, ma Amato respinge allontanando la sfera. La Virtus Molfetta è pericolosa soprattutto nelle ripartenze.
All’improvviso arriva il vantaggio della NUOVA ANDRIA Calcio: al minuto 28′ Civita si inventa col destro una parabola a
giro sul secondo palo e trova la rete. 0-1 e Amato che nulla può sulla conclusione del terzino andriese. I molfettesi provano a reagire, ma la NUOVA ANDRIA Calcio gestisce bene il risultato. Al 38′, tuttavia, Quacquarelli cade al limite dell’area dopo un contrasto: per l’arbitro è simulazione e secondo giallo per il n°10 andriese, costretto ad
abbandonare il campo. Girandola di cambi. Nel recupero (ben 5 minuti assegnati dal direttore di gara) la Virtus prova l’assalto finale e in contropiede la NUOVA ANDRIA Calcio avrebbe la palla per chiuderla, prima con Soumaro, poi con Amorese D., ma nessuno dei due conclude a rete e l’azione sfuma. Triplice e fischio e tre punti per i ragazzi di mister
Cosimo Sinisi.
La NUOVA ANDRIA Calcio sale a quota 35 in classifica. Soccer Modugno e Bitetto sono solo a un punto di distanza, mentre la zona playoff è a sole due lunghezze. Prossimo impegno per gli andriesi domenica 18 marzo alle 15 presso il Centro Sportivo “Fidelis”. Ad Andria arriva l’Apricena, squadra in forma e al secondo posto in classifica con 45 punti.

IL TABELLINO
VIRTUS MOLFETTA – NUOVA ANDRIA CALCIO, 0-1
VIRTUS MOLFETTA, 4-3-1-2: Amato R.; Germinario (21′ st Favarò), Salamina, Porta, De Gennaro S.; Demay (37′ st
Fiorentino), Palermo (45′ st De Candia), Di Pinto; De Cesare, Mininni, Binetti (12′ st Amato M.). Allenatore: Nicola
Mininni.
A disposizione: Caputi, Turtur, Beefnah.
NUOVA ANDRIA CALCIO, 4-3-2-1: Zingaro; Di Palma, Cafagna, Pasculli, Civita; Tota, Amorese F., Amorese D.; Zinni (20′
st Soumaro), Quacquarelli; Luceri (40′ st Lamesta). Allenatore: Cosimo Sinisi (Squalificato, in panchina Fasciano).
A disposizione: Paparusso, Zinfollino, Di Chio, Ibra, Fiore.
Arbitro: Destino della Sezione di Brindisi.
Marcatori: 28′ st Civita.
Ammonizioni: Binetti, De Cesare, Demay (V.M.); Quacquarelli, Zingaro, Di Palma, Tota (N.A.).
Espulsioni: Quacquarelli (38′ st somma di ammonizioni).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *