breaking news

Trani – Alla D’Annunzio si gioca con la matematica

12 marzo, 2018 | scritto da Redazione
Trani – Alla D’Annunzio si gioca con la matematica
Attualità
0

Quest’anno nel III Circolo D’Annunzio di Trani si gioca con la matematica. La famosa costante matematica indicata con il simbolo π e definita come il rapporto tra la lunghezza della circonferenza e il suo diametro, è finalmente approdata presso l’istituto scolastico che il 13 marzo 2018 compie il primo Π DAY nel corso della mattinata nei due plessi dell’Istituto D’Annunzio e del plesso Papa Giovanni. Con il Π day si vuole riempire le aule e i corridoi dell’istituto, la matematica è portata a spasso per la scuola da tutti gli alunni, grandi e piccini, ognuno dei quali indosseranno il simbolo del numero rappresentativo delle cifre infinite del Π con dolci ricompense. Può rivelarsi utile alla scuola Primaria rappresentare praticamente il Pi greco. Ricordiamo che il Pi greco è alla base di moltissime formule scientifiche. Per noi è sufficiente ricordare l’area, la circonferenza del cerchio e il volume di una sfera. Il Pi Greco è un numero irrazionale, cioè con infinite cifre dopo la virgola, che non seguono uno schema particolare. Nel corso dei secoli, molti matematici hanno fatto studi e ricerche sul valore di pi greco. A partire dai Babilonesi, passando per gli Egiziani, i Greci… Fino ad arrivare ai moderni calcolatori che riescono a dirci con precisione migliaia di cifre di ππ. Quello che hanno studiato negli anni, è solo un’approssimazione di ππ. Essendo un numero irrazionale, è impossibile conoscere il suo valore esatto! Ecco perché lo indichiamo con un simbolo.
E’ un evento voluto dal MIUR per festeggiare la matematica in modo attivo, ludico per far amare di più la scienza dei numeri, arricchire i processi di logica dei bambini mediante giochi ed attività interattive, per favorire ed attivare processi di cooperative learning anche nel problem solving.
Ritorna il PiGreco Day, la giornata dedicata alla costante matematica più famosa del mondo.
Anche quest’anno sono centinaia le scuole di tutta Italia, dalla primaria alla secondaria di II grado, che si sfideranno a colpi di numeri e di logica perché la matematica possa diventare un gioco alla portata di bambino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *