breaking news

Barletta – Nuova sede del consiglio comunale. Le considerazioni della presidente del consiglio Peschechera

20 marzo, 2018 | scritto da dora dibenedetto
Barletta – Nuova sede del consiglio comunale. Le considerazioni della presidente del consiglio  Peschechera
Attualità
0

Oggi presentiamo un primo tassello di un progetto più grande al quale questo immobile è destinato: il Polo della Legalità e della Sicurezza – annuncia la presidente del consiglio comunale Avv. Carmela Peschechera diffondendo  una nota stampa –

In questa aula dove si è amministrata la Giustizia per decenni, riportiamo lo svolgimento di un’altra funzione fondamentale alla vita di uno Stato Democratico e cioè l’attività del Consiglio
Comunale, l’attività dei rappresentanti eletti dai cittadini.

Non poteva esserci collocazione più significativa.

LE AULE DELLA POLITICA SONO LE AULE DELL’ESERCIZIO DELLA
DEMOCRAZIA CHE NON PUO’ ESSERE TALE PIENAMENTE SENZA RISPETTO DELLE  REGOLE A GARANZIA DELLA LEGALITA’

Il luogo in cui si esercita una funzione pubblica ha un valore simbolico importante. In questa sala vengono prese decisioni per la città.

Come le nostre case –  prosegue la presidente – rappresentano la nostra personalità così anche la sala consiliare deve essere lo specchio della città e dell’era che si vive.

La nostra vecchia sala consiliare era parte del Teatro Curci, rientrava quindi in un altro contesto culturale e storico con esigenze e finalità differenti da quelle dell’attività consiliare

In una società che si evolve rapidamente dal punto di vista tecnologico è giusto che l’esercizio della funzione pubblica si avvalga del supporto dei nuovi strumenti

In questa nuova sede abbiamo infatti:

– un sistema di gestione integrata multimediale che prevede votazione elettronica;
-indicizzazione delle registrazioni consistente nell’associazione ipertestuale dell’indice degli
oratori, da pubblicare entro 10 minuti dal termine della seduta;
-una smart-card nominale per ogni consigliere;
e tantissime altre funzionalità che questo sistema permette e che opereranno a garanzia di efficienza, trasparenza, pubblicità, dell’attività consiliare.
I luoghi pubblici, poi, devono essere accessibili a tutti.

La vecchia sede del Consiglio era difficilmente usufruibile da chi avesse anche solo piccoli problemi nella deambulazione e questo non lo si poteva più nè tollerare né consentire.
Questa nuova sala ha al momento almeno l’accesso senza barriere.

Gli altri interventi strutturali che il progetto del Polo dovrà contenere, renderanno tutto l’immobile e i servizi
connessi utilizzabili da tutti senza ostacoli.

Quello che vedete è stato possibile realizzarlo in tempi abbastanza celeri (tutto il procedimento ha preso avvio dai primi giorni del mese di ottobre 2017 anche se il problema “sala Consiliare” lo sollevavo da anni) grazie alla volontà e all’impegno di una vera e propria squadra.
Questa volta la sinergia tra volontà politica ed uffici comunali è stata effettiva e il risultato è sotto gli occhi della comunità cittadina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *