breaking news

Domenica riparte la Fidelis: con il Fasano si può “anche” sbagliare

31 Agosto, 2018 | scritto da Alessandro Falcetta
Domenica riparte la Fidelis: con il Fasano si può “anche” sbagliare
Sport
0

Quasi un secolo fa, si chiamava Unione Sportiva Fascista De Pinedo, in onore del celebre pilota di aeroplani.

E come questi ultimi, la storia dell’Andria calcistica è stata sempre una serie infinita di picchiate ed impennate, discese e salite. Ed eccoci ancora una volta qui, a commentare l’ennesima rifondazione del primo club della città, di nuovo con i cuori delusi, sconfitti ed abbandonati. Certo non ce lo aspettavamo, ma era nell’aria, già quando si parlava di capitali “esteri” introdotti nella società senza fare alcuna chiarezza. Adesso si chiama “Fidelis Andria 2018”, un nuovo logo, in una serie che identifica la precedente presidenza… “dilettanti”…

Di questa nuova squadra ancora non sappiamo con certezza chi cacci la grana, e neanche vogliamo provare a dirvelo, sapete benissimo il detto “nan m si facen doic na chiacchjr”.

Sappiamo solo chi si è preso la responsabilità di ridare alla città l’onore di avere di una squadra di calcio, e questa persona risponde al nome dell’Avv. Marco Di Vincenzo.
Certi che i tifosi lo abbiano già ringraziato, anche se pure lui non sfuggirà comunque all’Occhio Vigile Andriese.

Domenica i biancoazzurri saranno subito in campo al Degli Ulivi per la gara di Coppa Italia contro il Fasano: sinceramente non ci aspettiamo un risultato positivo, con la rosa in costruzione da solo una settimana e gli avversari più avanti nella preparazione fisica.

Alla corte del nuovo mister Alessandro Potenza (ex giocatore di Serie A, con esperienze a Inter, Fiorentina e Chievo) sono arrivati per il momento un mix di giovani ed esperti: spiccano Iannini, Valbuena e Addario.

L’Andria agli andriesi?
Oltre a due concittadini presenti nell’attuale striminzita rosa (Zingaro e Addario), la nuova società sta cercando seriamente di riportare la squadra ai tifosi.

Come? Con l’azionariato popolare.
Ogni singolo tifoso che ha intenzione di sostenere il club economicamente può scegliere tra varie opzioni, in base anche alla sua stessa disponibilità. In questa foto, che potete trovare sulla pagina Facebook della Fidelis, trovate tutto quello che c’è da sapere su questa nuova iniziativa.

Sottoscrivendo una delle convenzioni potrete quindi avere tutto il diritto di partecipare alle assemblee generali, quelle in cui si discute di bilanci e rendiconti. La Fidelis sarà per la prima volta gestita in modo trasparente, e per la prima volta, il tifoso stesso potrà sapere vita, morte e miracoli della società, e non solo della squadra… Un’iniziativa lodevole che sta trovando molto consenso anche a Bari, dove nonostante la solidità economica che può garantire Aurelio De Laurentiis, non si può mai sapere, e quindi meglio vigilare…

In conclusione, anche l’autore di questo articolo domenica sarà allo stadio, certo non si aspetta mica una vittoria, ma solo una cosa chiede ai giocatori in campo: “con il coltello tra i denti lotta col cuor, se in campo cacci le palle sei già un campion!”.

Falcetta Alessandro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend