breaking news

Andria – Scuola primaria, Giovanni Vurchio (PD): “Questa volta saranno le librerie ad essere penalizzate”

11 settembre, 2018 | scritto da Redazione
Andria – Scuola primaria, Giovanni Vurchio (PD): “Questa volta saranno le librerie ad essere penalizzate”
Scuola
0

Regna sovrana la confusione in questa amministrazione e lo si nota in ogni cosa che fa o si accinge a fare“, esordisce così in una nota diffusa a mezzo stampa, il segretario cittadino del Partito Democratico, Giovanni Vurchio, in merito alla decisione da parte dell’Amministrazione comunale di erogare direttamente alle scuole i fondi per pagare i libri della scuola primaria alle librerie.

Questa volta saranno le librerie ad essere penalizzate da un atteggiamento anomalo ma che nasconde le difficoltà operative delle casse comunali – commenta il consigliere Giovanni Vurchio -. A luglio il comune di Andria sul proprio sito pubblicava un articolo che diceva libri scolastici, procedure più snelle e tempi più rapidi di pagamento. Ancora false illusioni“.

Questo però ha generato il caos – spiega Vurchio – in quanto le librerie hanno acquistato i libri ma le scuole ora vogliono fare delle procedure di gara per assegnare le forniture ad un unico soggetto!“.

E’ evidente che le cartolibrerie si sono preventivamente attivate nell’acquisto dei libri ed ora rischiano, se non scelti dal bando di gara, di aver fatto un investimento sbagliato con grosse ripercussioni economiche a loro danno – continua -. Insomma ieri in consiglio comunale, caotico e disordinato, ed ora il potenziale danno alle cartolibrerie a testimoniare che ogni giorno, questa amministrazione, ne fa una più grossa della precedente“, afferma il consigliere.

Intanto le cartolibrerie si stanno riunendo per protestare contro quest’altra ciliegina sulla torta“, conclude il segretario cittadino. Qui di seguito, una delle copie della manifestazione di interesse pubblicata dalla scuola “1° Istituto Comprensivo Statale “, 2 CD Don Bosco Santo – SM “Manzoni, distretto scolastico n. 3.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *