breaking news

Barletta – “Qua la zampa”: si è svolto ieri il convegno di Pet Education per la Continuità e l’Inclusione

2 dicembre, 2018 | scritto da Redazione
Barletta – “Qua la zampa”: si è svolto ieri il convegno di Pet Education per la Continuità e l’Inclusione
Scuola
0

In un’atmosfera gioiosa e coinvolgente, si è svolto ieri mattina, dalle ore 09:00 alle ore 11:00, presso la Scuola Secondaria di Primo Grado “Baldacchini-Manzoni”, plesso “Baldacchini”, l’evento di Pet Education dal titolo “Qua la zampa” che ha visto la partecipazione di numerosi relatori e ospiti che hanno trattato il tema proposto con competenza e a misura dell’utenza a cui era rivolto

Ha dato il via all’evento l’ingresso di 20 alunni del corso “minivigili”, una delle tante attività dell’istituto, accompagnati e guidati dal Maresciallo Degano della Polizia Locale, nell’attività di accoglienza degli ospiti e di presidio della palestra in cui si è tenuto l’evento.

Con grande entusiasmo hanno partecipato 133 alunni delle classi quinte primarie della Scuola “Giovanni Paolo II”, accompagnati dalla Dirigente Scolastica, dott.ssa F. M. Capuano e dalle docenti curricolari e di sostegno ed una rappresentanza di alunni e docenti  della scuola ospitante.

Il benvenuto agli ospiti è stato dato dall’esibizione musicale del coro della scuola, diretto dal prof. N. Rizzi e dalla proiezione di un breve video a tema realizzato dalla classe II G digitale.

Si è entrati nel vivo dell’evento con l’intervento dell’Avv. Massimiliano Vaccariello, relatore e moderatore che ha esposto ai ragazzi una serie di consigli e regole di condotta attinenti alla gestione degli animali d’affezione; regole importantissime e che tutti dovrebbero conoscere. Infatti, l’Avv. Vaccariello, che collabora con molte associazioni animaliste, tra le quali la Sezione di Barletta dell’ENPA (attivissima sul nostro territorio), ha sottolineato l’importanza di educare, informare e formare i cittadini sin dai loro primi anni scolastici, affermando che è nelle scuole che va piantato il seme del rispetto per la vita in qualunque sua forma, perché in questi luoghi si formano i cittadini e gli amministratori del domani.

Subito dopo è intervenuto il Dott. Francesco Attorre, medico psichiatra e psicologo, che ha spiegato ai ragazzi i benefici e le gioie che un animale può portare in una famiglia, sottolineando quanta poca differenza ci sia tra la sensibilità che l’uomo ha nei confronti degli animali e quella che invece hanno questi nei confronti dell’uomo. In particolare, con alcuni esempi, il Dott. Attorre ha evidenziato che spesso gli animali ci fanno scuola di tolleranza e pazienza in relazione ai nostri quotidiani comportamenti.

Successivamente si è parlato dell’importanza di considerare gli animali di affezione, non come semplici oggetti che necessitano solo di essere alimentati e di riconoscerli come componenti a tutti gli effetti della famiglia che li accoglie e che deve consapevolmente prestare attenzione anche alle modalità educative da adottare.

Questo l’aspetto trattato dalla relatrice dott.ssa Marcella Rosato, una veterinaria da sempre attenta anche agli aspetti comportamentali e nel suo intervento ha coinvolto numerosi ragazzi favorendo una riflessione sulle modalità educative degli animali di casa. Questa fase del convegno è risultata particolarmente gradita ai piccoli ospiti, per la presenza della fantastica ospite d’eccezione, Dory, che naturalmente ha catalizzato l’attenzione della platea.

A seguire ci sono stati contributi altrettanto importanti e significativi da parte della Guardia Ecozoofila dell’OIPA, Donatella Picardi, del Presidente e della Vice-Presidente della Sezione di Barletta dell’ENPA, rispettivamente Francesco Calabrese e Annarita Distaso, i quali hanno spiegato l’importanza del ruolo delle guardie ecozoofile nella repressione delle condotte illecite relative, quali la mancata raccolta delle deiezioni, i maltrattamenti sugli animali e la loro cattiva gestione, sottolineando l’importanza dell’adottare animali consapevolmente, del partecipare attivamente alle attività di volontariato e di tutto ciò che possa favorire un sano rapporto tra uomo e animali.

Insomma, un evento che ha coniugato perfettamente l’educazione al rispetto della vita, l’educazione alla legalità e l’educazione alla diversità: tutti aspetti fondamentali  per favorire una formazione armoniosa in età evolutiva.

A conclusione del convegno di cui sono state referenti e promotrici, le Prof.sse Vania Lanfranchi e Delia Stefanachi, il Dirigente Scolastico, prof. Donato Musci ha ribadito l’importanza del ruolo della scuola nel promuovere attività formative ed educative che contemplino ogni aspetto del vivere civile ed ha rivolto i ringraziamenti e i saluti finali ai relatori e a tutti i presenti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *