breaking news

Cina – Il “lato oscuro della luna” non è più un mistero

3 Gennaio, 2019 | scritto da Alessandra Zaccagni
Cina – Il “lato oscuro della luna” non è più un mistero
Dal mondo
0

Si chiama Chang’e 4 la sonda che ha raggiunto oggi, 3.1.19, il lato più lontano e nascosto della luna ed è atterrato per piantare una fiera bandiera della Repubblica popolare cinese.

Un risultato di portata storica e di eccezionale importanza non soltanto per la Cina, che grazie a Chang’e 4 si è aggiudicata il primato di esploratore della facciata fin’ora inesplorata della luna, ma anche per l’intera comunità scientifica internazionale.

Il bacino Polo Sud-Aitken visto dalla sonda Chang’e 4

L’annuncio è stato dato da China Central Television (CCTV) che ha ricevuto una comunicazione dalla China’s National Space Administration (CNSA) in cui si affermava che alle ore 10:26, fuso orario di Beijing (ore 2:46 del mattino GMT), il lander ha raggiunto il bacino Polo Sud-Aitken.

Si tratta del cratere più antico, più profondo e soprattutto inesplorato, dal diametro di circa 2,500 km e da tempo sottoposto alle attente osservazioni dei ricercatori del CNSA che ipotizzano si sia creato dopo l’impatto con un corpo spaziale avvenuto miliardi di anni fa.

Il robot rover che verrà rilasciato dal lander Chang’e 4 si occuperà di studiare il territorio circostante e di analizzare la composizione minerale delle rocce lunari al fine di apportare dati utili allo studio della composizione e della storia stratificata sulla superficie della luna.

Il lander invece osserverà il cielo dalla prospettiva del bacino Polo Sud-Aitken in modo tale da fornire ulteriori osservazioni e dati agli astronomi.

Lanciata venerdì 7 dicembre, la sonda Chang’e 4 è la diretta erede della sonda Chang’e 3 che ha compiuto l’esplorazione dell’emisfero lunare opposto. Indipendentemente dal punto di osservazione dalla Terra la luna mostra sempre la stessa faccia e l’esplorazione del bacino “oscuro” Polo Sud-Aitken è resa più ostica dalle difficoltà satellitari che le comunicazioni radio da e verso la Terra devono fronteggiare.

Una scoperta destinata a rivoluzionare la storia e la percezione dell’astro più affascinante del sistema solare, da sempre musa ispiratrice di poeti ed artisti della parola, del suono e dell’immagine nonché fonte di sogni romantici, fantasie che mischiano mistero e curiosità.

Lo stupore che le immagini provenienti dalla sonda stanno creando in tutto il mondo è una interessante e tenera testimonianza di una società che, nonostante il progresso tecnologico e la sensazione che tutto sia ormai possibile, riesce ad unirsi davanti ad un affascinante scorcio di Luna che può farci percepire quanto piccoli ed inesperti siamo al cospetto dell’universo.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *