breaking news

Andria – CALCIT: l’associazione andriese è stata accreditata all’Istituto Tumori di Bari

5 Gennaio, 2019 | scritto da Redazione
Andria – CALCIT: l’associazione andriese è stata accreditata all’Istituto Tumori di Bari
Salute
0

Il 2019 comincia con una buona notizia per il CALCIT. Il Comitato Autonomo Lotta Contro i Tumori di Andria è stato accreditato nel Comitato Consultivo Misto dell’Istituto Tumori di Bari. L’associazione andriese parteciperà al confronto con l’Istituto per semplificare i percorsi di accesso alle prestazioni sanitarie, sarà un punto di riferimento per il territorio provinciale per tutto ciò che riguarda le novità in ambito oncologico e sarà di supporto alla comunicazione e alla fruizione dei servizi sanitari dell’Istituto in relazione ai pazienti e ai loro familiari.

Nel 35esimo anniversario dalla fondazione del CALCIT, l’associazione andriese dimostra e concretizza una nuova sensibilità e nuovi obiettivi, posti al centro di un programma triennale dell’ente andriese.

Un ottimo risultato” spiega il dott. Nicola Mariano, presidente dell’associazione andriese. “Con questa notizia vogliamo chiarire quello che vuole fare il CALCIT nel presente e nel futuro: vogliamo fare da tramite fra le strutture sanitarie, la medicina territoriale e i malati e i loro familiari. Soltanto da uno sforzo congiunto di queste tre forze possiamo raggiungere il miglior risultato possibile”.

Il CALCIT è la prima associazione della provincia BAT ad accreditarsi presso l’Istituto Tumori. “Ringrazio il direttore generale dell’Istituto, il dottor Antonio Delvino, che sarà presto nostro ospite ad Andria per parlare del lavoro che faremo insieme. Presto completeremo lo stesso percorso anche nella ASL BAT, perché è necessario che la sanità territoriale e le associazioni camminino nella stessa direzione. Ai concittadini andriesi voglio dire che il CALCIT, nel 35esimo anniversario dalla sua fondazione e in futuro, continuerà a portare avanti la propria missione tradizionale di raccolta fondi e solidarietà a sostegno dei malati, ma saremo pronti anche al nuovo ruolo che abbiamo scelto per il futuro” ha concluso il dott. Nicola Mariano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *