breaking news

Salento: famiglia schiava del web non esce di casa per 2 anni e mezzo

19 Gennaio, 2019 | scritto da Angela Ciciriello
Salento: famiglia schiava del web non esce di casa per 2 anni e mezzo
Attualità
0

Una famiglia che vive in Salento sarebbe rimasta per due anni e mezzo chiusa in casa perché soggiogata dal web per il quale aveva sviluppato una dipendenza patologica. L’unica a uscire era la figlia di 9 anni per andare a scuola e comprare qualcosa da mangiare alla famiglia che, oramai, si nutriva solo di merendine, biscotti e caramelle. Il nucleo famigliare era composto dai giovani genitori, la madre di 43 anni e il padre di 40, e da due piccoli figli, un ragazzo di 15 anni e una bambina di 9. Il 15enne, che aveva abbandonato gli studi, ha anche rischiato di restare vittima del ‘Blue Whale’, la trappola ‘social’ che spinge gli adolescenti al suicidio. A far scoprire il caso della famiglia che aveva tagliato i ponti col mondo reale, sono state le condizioni in cui si presentava a scuola la bambina: la trascuratezza e la scarsa igiene hanno insospettito gli insegnanti che hanno allertato i servizi sociali. Il 15enne è stato trovato con le piaghe ai piedi, che nel frattempo erano cresciuti di 2 numeri ma rimasti nelle stesse scarpe, oramai ricoperte di infezioni.
Una notizia che ha sconvolto non solo tutti i pugliesi, ma che é arrivata infatti anche oltre il confine regionale, un problema, quello dell’isolamento legato alle dipendenze da web sempre più preoccupante e con scarsa gestione e comprensione delle sue reali potenzialità. Una notizia di cui avremmo fatto volentieri a meno di parlare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *