breaking news

Barletta – Video shock: in un noto locale sulla litoranea “si fuma liberamente, l’aria era irrespirabile”

11 Febbraio, 2019 | scritto da Alessandro Liso
Barletta – Video shock: in un noto locale sulla litoranea “si fuma liberamente, l’aria era irrespirabile”
Attualità
0

Giunge in queste ore in redazione la dura denuncia, corredata da un video di un minuto circa, in cui si evidenzia una “moda” che ormai sta spopolando in alcuni locali della movida pugliese.

Il filmato, girato in un noto locale sulla litoranea di Barletta, mostra almeno tre ragazzi che fumano indisturbati nonostante i divieti vigenti nei luoghi pubblici. Si nota anche la mancanza di qualcuno che in quel momento controlli e disincentivi tale consuetudine nonostante il consistente affollamento.

“Non sono mai stato in quel locale, ieri per la prima volta decisi di andarci – comincia così il racconto del ragazzo testimone della vicenda – Ero in compagnia di due amici quando giungengo in prossimità dello stesso verso le ore 23, già all’esterno, era evidente una presenza massiccia di ragazzi, anche giovanissimi. Una volta all’interno mi accorgevo che il locale era troppo pieno, tanto da non permetterci nessun movimento tantomeno ballare. Tra spintoni e aria praticamente irrespirabile, la maggior parte dei presenti fumava indisturbata nella calca generale.

Non è possibile – continua la denuncia – consentire a tutti l’ingresso senza rispettare minimamente le norme di sicurezza e la capienza massima del luogo, inoltre è impensabile permettere di fumare senza controllo in un ambiente pubblico. Spero che chi di dovere prenda i giusti provvedimenti“.

Non è facile gestire discoteche e locali notturni e siamo certi che i titolari abbiano rispettato tutti i regolamenti e le norme per la corretta riuscita della serata. Dovrebbero essere invece i giovani a neutralizzare questo ormai sbagliato modo di fare che ormai dilaga incontrollato: il binomio alcol-fumo, specie in giovane età, è devastante e già la famiglia dovrebbe imporre loro i giusti accorgimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *