breaking news

Andria – Strisce blu: aumentano gli stalli e le fasce orarie, ma per l’assessore la nota è positiva

11 Marzo, 2019 | scritto da Alessandro Liso
Andria – Strisce blu: aumentano gli stalli e le fasce orarie, ma per l’assessore la nota è positiva
ambiente
0

Novità per gli automobilisti andriesi e non.

L’hanno chiamata “ampia manovra sulla mobilità automobilistica con un assetto più razionale degli stalli per i parcheggi a pagamento”, ma in effetti di razionale c’è poco o quasi niente visto che il provvedimento di Giunta, approvato venerdì pomeriggio ma già previsto nel piano di pre-dissesto finanziario, prevede l’istituzione di nuovi stalli a pagamento in alcune vie come via pendio San Lorenzo, Via Porta Nuova, Via Perugia, via Verdi, Via Salvator Rosa e l’ampliamento delle fasce mattutine e pomeridiane.

Saranno istituiti quindi 214 nuovi stalli di sosta e aumentate del 25% le ore di erogazione della sosta.
La manovra annuncia anche l’introduzione di mini abbonamenti in 4 microzone, abbonamenti distinti per costo in funzione della diversa fascia oraria da utilizzare, ovvero 35 euro al mese dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 16 alle 21.00 nelle vie della fascia 1/a e 1/b, e 25 euro, negli stessi orari già detti, nelle vie della fascia 2a e 2b.

Motivo di orgoglio per l’Assessore alla Mobilità, Pierpaolo Matera, che “esulta” sul suo profilo social: “Questo risultato nasce dalla volontà di favorire professionisti, artigiani e commercianti unitamente a tutti i residenti e consentirà una migliore ed anche più vantaggiosa fruibilità delle zone di sosta con un concreto risparmio economico. Avanti così!”

Meno d’accordo l’ex Assessore Nespoli che, pur avendo approvato la manovra di pre-dissesto, critica l’operato di Matera: “Tutti pagano il tempo che consumano, se la fascia oraria si amplia si pagherà di più. E’ stato fatto per consentire al Comune di avere maggiori entrate, in bilancio nella voce “entrata” è prevista una somma maggiore”.
Poi aggiunge: “La riduzione del prezzo degli abbonamenti sarebbe poi un incentivo ad utilizzare l’autovettura e a lasciarla sulla pubblica via; il superamento oramai costante del valore delle polveri sottili dovrebbe, invece, condurre ad attuare politiche tese a ridurre i valori dell’inquinamento ambientale”.

Dello stesso avviso è la consigliera provinciale, Laura Di Pilato, da poco passata all’opposizione, che ironizza: “Che somma il comune prevede d’incassare in più rispetto a prima? Pensano che siamo proprio scemi e che ci possano abbindolare”.

Toccherà poi alla società di gestione, la Publiparking, predisporre tutte le misure, segnaletica orizzontale e verticale compresa, per delimitare i nuovi stalli, emettere gli abbonamenti agevolati, rilasciare appositi contrassegni autorizzativi e potenziare le risorse umane e strumentali del servizio.

Si spera che le eventuali nuove selezioni di ausiliari della sosta possano avvenire in maniera TRASPARENTE e priva di polemiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *