breaking news

Trani – Il Vescovo ha inaugurato l’ambulatorio medico-solidale “San Giuseppe Moscati”. VIDEO

13 Aprile, 2019 | scritto da Antonella Loprieno
Trani – Il Vescovo ha inaugurato l’ambulatorio medico-solidale “San Giuseppe Moscati”. VIDEO
Attualità
0

“Non la scienza, ma la carità ha trasformato il momdo”.
E’ quanto si legge sulla parete d’ingresso dei nuovi locali per la carità dedicati a San Giuseppe Moscati, il medico dei poveri Inaugurati ieri sera a Trani presso la parrovìcchia dello Spirito Santo.
A benedire il nuovo Ambulatorio medico-solidale polispecialistico “San Giuseppe Moscati” è stato l’Arcivescovo della diocesi, mons. Leonardo D’Ascenzo al termine della Santa Messa.

VIDEOINTERVISTA – Mons. Leonardo D’Ascenzo, Arcivescovo diocesi Trani

“>

L’idea di un ambulatorio medico costruito nel cortile della parrocchia è del dott. Angelo Guarriello, presidente dell’Associazione Orizzonti.


VIDEOINTERVISTA – Angelo Guarriello, presidente dell’Associazione Orizzonti Trani

“>

L’ambulatorio sarà gestito insieme alla Caritas e accoglierà le persone indigenti della città iscritte alla caritas o segnalate dalle parrocchie e sarà in grado di offrire servizi di medicina polispecialistica, infermeria, servizio di assistenza farmaceutica e, come supporto all’attività medica specialistica, sarà attrezzato per fornire anche alcune indagini strumentali. Il personale sarà volontario, non retribuito, e specializzato.
L’avvio della fase sperimentale dell’AMS San Giuseppe Moscati è previsto tra circa un mese, in ottemperanza all’espletamento delle pratiche burocratiche.

VIDEOINTERVISTA- Don Mimmo Gramegna, parroco chiesa Spirito Santo

“>

L’Italia si riscopre sempre più povera, con oltre cinque milioni di persone che vivono sotto la soglia di povertà.
Ma se al Nord l’incidenza della povertà è contenuta, nel Mezzogiorno il fenomeno è devastante e raggiunge il 24,7 per cento. E in questo contesto in Puglia la povertà relativa è aumentata di ben sette punti in percentuale, in modo particolare passando dal 14,5% registrata nel 2016 al 21,6 del 2017. Il peggior dato, sempre relativo, al Sud. In pratica un pugliese su cinque è indicativamente povero. Uno scenario che conferma, se ancora ce ne fosse bisogno, come nella nostra regione la ripresa sia ancora lenta. Nel 2018, non si sono potuti permettere le cure mediche e i farmaci di cui avevano bisogno 539mila poveri.

Si tratta mediamente del 10,7% dei poveri assoluti italiani. La richiesta di farmaci (993mila nel 2018) è aumentata del 22% nel quinquennio 2013-2018. I dati più preoccupanti si registrano proprio nella Bat, che si classifica come la provincia più povera d’Italia (dati diffusi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze sui redditi del 2017).
Alla presentazione del progetto e alla benedizione dei locali per la carità hanno preso parte, il sindaco Amedeo Bottaro; Don Raffaele Sarno, Direttore della Caritas Diocesana; l’Ing. Antonio Proto, direttore dei lavori, insieme ai tecnici Zezza e Alicino; la “Cooperativa Muratori Pugliesi S.c.r.l.” che ha eseguito i lavori, numerosi sacerdoti e fedeli, unitamente alle autorità civili e militari della Città.

VIDEO

“>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *