22Novembre2014

Sei qui: Home NOTIZIE ATTUALITA' Andria, Miscioscia: 'Prezzo olive al ribasso'

Andria, Miscioscia: 'Prezzo olive al ribasso'

Deleteria per il settore la raccolta prematura delle olive


 “Nonostante gli sforzi che l’Amministrazione Giorgino sta ponendo in essere per promuovere ed organizzare la filiera produttiva olivicola per valorizzare e promuovere, in particolare, la nostra produzione di olio extravergine “Coratina” siamo costretti a constatare con rammarico che tale impegno rischia di essere vanificato dalla nuova tendenza di raccogliere le nostre olive acerbe acquistate da commercianti e/o intermediari per ignote destinazioni". 

E' il rammarico dell'assessore alle attività produttive, Benedetto Miscioscia, all'apertura della campagna olivicola contrassegnata dalla tendenza a 'svendere' il prodotto che starebbe innescando un circuito autodistruttivo nel settore già gravemente vessato dalla crisi e dalla concorrenza estera.

"Una tendenza - continua Miscioscia - alla quale dobbiamo dire basta e che non trova giustificazione né sotto il profilo economico né commerciale per chi le acquista, considerata la bassissima resa di olio con caratteristiche organolettiche che si presta poco per il consumo crudo ma molto probabilmente utilizzato per il taglio di altri oli di scarsa qualità.
Dobbiamo sconfiggere questa tendenza controproducente per i nostri interessi e per gli obiettivi che ci siamo prefissati di promuovere e valorizzare sempre di più l’originalità e l’identità del nostro olio, evidenziandone l’alta concentrazione di polifenoli, i quali garantiscono acclarati effetti positivi sulla nostra salute.
Un olio che per questa spiccata tendenza alla concorrenza tutta casalinga, viene offerto sul mercato ad un prezzo addirittura inferiore a quello di una comune ed anonima miscela di oli comunitari,  determinando un deprezzamento del prodotto dal punto di vista commerciale e conseguenze negative sotto il profilo economico per i nostri produttori
".

"Non è possibile - conclude l'assessore - continuare con questa politica dei prezzi al ribasso favorita sia dalle politiche della grande distribuzione che da quella affaristica delle grandi aziende commerciali.
Dov’è il valore aggiunto che deve essere riconosciuto alla qualità del nostro olio?  La vera strada da percorrere è quella di puntare con determinazione e convinzione, così come noi stiamo facendo in questi anni, alla pubblicizzazione della qualità e delle caratteristiche del nostro olio “monovarietale”.
Bisogna abbattere le barriere culturali della diffidenza che caratterizza i nostri produttori nei confronti  dell’associazionismo e dell’organizzazione di una propria filiera commerciale per poter concentrare la produzione, oggi molto frammentata, seguendo un disciplinare unico specificatamente di “Coratina” molto più restrittivo e reale rispetto a quello adottato dalla DOP
”.

Ultime News dalla Bat

 
Primarie Centro Sinistra: Stefa'no ad Andria sabato pomeriggio
Primarie Centro Sinistra: Stefa'no ad Andria sabato pomeriggio

appuntamento nella nuova struttura della Guglielmi Olio per l'ex assessore regionale all'agricoltura  

Leggi tutto...
 
Andria - Palazzine a rischio crollo:"Qui si tratta di morire!". E il Comune è assente
Andria - Palazzine a rischio crollo:

Sgomberate 14 famiglie a causa di una falla della fognatura. Sono passati due anni ed è ancora tutto fermo. Le famiglie: "Non sappiamo dove andare!"  

Leggi tutto...
 
Bat - Parte il weekend. Ecco tutti gli appuntamenti da non perdere
Bat - Parte il weekend. Ecco tutti gli appuntamenti da non perdere

Si rinnova, come ogni venerdì, l'appuntamento con gli eventi del territorio: cosa fai questa sera?

Leggi tutto...
 
Parco Nazionale dell'Alta Murgia: nuovo sentiero realizzato dai volontari di Inachis
Parco Nazionale dell'Alta Murgia: nuovo sentiero realizzato dai volontari di Inachis

L’iniziativa fa parte delle azioni inserite nel percorso della Carta Europea per il Turismo Sostenibile

Leggi tutto...
 
Torneo di tennis atp: quanto costa al comune?
Torneo di tennis atp: quanto costa al comune?

Ritorni per la città? Sostegno del Comune. Ma la spending review è solo per la spesa sociale?   

Leggi tutto...
 
Crisi Ucraina: i rischi per le esportazioni manifatturiere pugliesi
Crisi Ucraina: i rischi per le esportazioni manifatturiere pugliesi

La Bat esporta beni per 9 milioni di euro; 2^ in Puglia dopo le aziende della provincia di Bari che esportano beni per 33 milioni

Leggi tutto...

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani n. 1/11 del 13/01/2011

Editore: Associazione Meta
Direttore Responsabile: Antonio Turi


E-mail  redazione@batmagazine.it
Pubblicità commerciale@batmagazine.it

BatMagazine Social

Link Istituzionali