- Pubblicità -spot_imgspot_img
lunedì, 24 Gennaio 2022
HomeSpinazzolaRiflettori accesi per il completamento dell’elettrificazione dell’intera tratta ferroviaria Barletta-Spinazzola

Riflettori accesi per il completamento dell’elettrificazione dell’intera tratta ferroviaria Barletta-Spinazzola

Per le comunità di Spinazzola e Minervino Murge, come per tutto il resto del Comprensorio Nord-Barese, quello delle infrastrutture è un tema assolutamente centrale.
“In queste settimane abbiamo letto e sentito troppe dichiarazioni ridondanti, anche di esponenti di altri partiti politici, che mettono in risalto la notizia che Rete Ferroviaria Italiana avvierà i lavori di
potenziamento dell’armamento ferroviario (rotaie, traversine e massicciata) rinnovando il binario della linea Barletta – Spinazzola”.

Ad intervenire in merito ai lavori sul binario della linea ferroviaria Barletta – Spinazzola annunciati da RFI Italia, è l’avv. Pasquale Di Noia, segretario cittadino di Forza Italia Spinazzola.

“I lavori per il nuovo binario – come riferisce RFI – prevedono un impegno economico di 42 milioni di euro e saranno ultimati entro il 20 settembre 2020.
Inoltre è in dirittura di arrivo il progetto di fattibilità tecnico – economica dell’elettrificazione della tratta Canosa – Barletta con un’importante ed indispensabile fermata all’Ospedale “Monsignor Raffaele Dimiccoli” di Barletta, centro sanitario molto importante nella provincia Barletta Andria Trani soprattutto per le comunità di Spinazzola e Minervino Murge.

La nota dolente del progetto, la cui data di ultimazione è prevista entro il 2025, è la mancata
elettrificazione della tratta per Minervino Murge fino a Spinazzola.
Sia il Governo centrale che quello della Regione Puglia, non mostrano, ancora una volta, la necessaria attenzione alla Città di Spinazzola (così come per la vicina Minervino Murge) che continuano ad essere penalizzate con gravi disagi per studenti, lavoratori pendolari ed anziani necessitanti di cure nei presidi sanitari viciniori.

Così ad emergenze reali, che incidono negativamente sulla vita dei cittadini delle due comunità murgiane, si risponde con sommari annunci. Una politica, quella di Emiliano e della sua giunta, che ha tolto l’immaginazione, oltre che alla speranza, ai nostri cittadini.
Una clamorosa ingiustizia, considerando che gli spinazzolesi pagano le stesse tasse degli altri. Un’ingiustizia che uno Stato giusto ed una Regione attenta avrebbe il dovere di sanare con investimenti mirati da parte di FFSS.

Grazie all’impegno del senatore di Forza Italia, Dario Damiani, nonostante l’emendamento presentato alla legge finanziaria (decreto “sblocca cantieri”), poi convertito in ordine del giorno, che evidenziava al Governo la fattibilità dell’elettrificazione completa della linea Barletta – Spinazzola, senza oneri aggiuntivi per lo Stato in quanto i fondi necessari possono essere reperiti dal Fondo di Sviluppo e Coesione Territoriale 2014 – 2020, continua a tenere accesi i riflettori affinchè anche gli ultimi 40 Km circa della tratta vengano completati con l’elettrificazione.

Dando seguito agli impegni assunti con il nostro territorio, il Sen. Dario Damiani ha altresì formulato nel marzo scorso – continua Di Noia – una ulteriore Osservazione alla VIII Commissione Lavori Pubblici, suggerendo – nell’ultima audizione informale di RETE FERROVIARIA ITALIANA S.P.A. per la revisione in aggiornamento del contratto – l’elaborazione di uno studio di fattibilità con progetto preliminare che preveda l’elettrificazione completa, e non solo fino a Canosa di Puglia, della linea ferroviaria Barletta-Spinazzola.

Un progetto, quindi, quello della elettrificazione completa della linea ferroviaria Barletta-Spinazzola di vitale importanza per i territori interessati, anche in funzione della valorizzazione dei sistemi produttivi locali e il completamento delle strutture collegate al Porto di Barletta.
Infatti la tratta aprirebbe una via ferroviaria al mare per le aree interne ricomprese tra il territorio murgiano e la Basilicata, strappandole all’isolamento e sarebbe fondamentale per arginare lo spopolamento e rafforzare altresì l’incremento turistico anche in vista del collegamento del sito di Canne della Battaglia con le aree archeologiche di Minervino Murge e Spinazzola, con le sue suggestive Cave di Bauxite nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia, ma soprattutto avere una strada ferrata per le merci.

Dopo anni di oblio Forza Italia di Spinazzola con il Sen. Dario Damiani (Vice Commissario Regionale Vicario di FI Puglia), invita la cittadinanza tutta e le Sue istituzioni a non abbassare l’attenzione in quanto l’elettrificazione dell’intera linea ferroviaria comporterebbe indubbi benefici diretti alla nostra comunità che al momento è altresì fortemente penalizzata per il servizio di trasporto pubblico locale oltre ad una incompleta viabilità stradale (la ex R6 ora SP3 risulta tuttora bloccata da pastoie burocratiche).

Con Forza Italia ed il centro destra al governo della Regione e con l’attento lavoro parlamentare del Sen. Dario Damiani, membro della Commissione Bilancio, l’obiettivo è di vedere cantieri aperti e ruspe al lavoro.
Per garantire a questo straordinario territorio un’opera che rimane assolutamente necessaria per il suo sviluppo – conclude il segretario cittadino di Forza Italia Spinazzola.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -

Speciale COVID-19

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -

Leggi anche

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui