- Pubblicità -
sabato, 19 Settembre 2020
Home Speciale Elezioni Consiglio regionale, non passa la doppia preferenza di genere. Cesareo Troia: "Donne...

Consiglio regionale, non passa la doppia preferenza di genere. Cesareo Troia: “Donne umiliate da un maschilismo insensato”

In piena notte il presidente dell’Assemblea, Mario Loizzo, ha dovuto prendere atto della mancanza del numero legale causa le numerose assenze tra i banchi dell’opposizione

- Pubblicità -

All’1,30 dopo l’ennesima sospensione, si consuma l’ultimo colpo di scena della maratona che ha visto le forze politiche impegnate a modificare la legge elettorale nell’ultimo giorno utile. In piena notte il presidente dell’Assemblea, Mario Loizzo, ha dovuto prendere atto della mancanza del numero legale causa le numerose assenze tra i banchi dell’opposizione e dichiarare la chiusura dei lavori, circostanza che coincide con la conclusione dell’attività della X legislatura.

L’intervento del capogruppo del Pd, Paolo Campo, spariglia le carte: “Piuttosto che stare qui a discutere del nulla – accusa Campo indicando i 1950 emendamenti come causa della decisione – è meglio affidarsi a quanto il Governo nazionale farà sostituendosi al Consiglio regionale in tema di doppia preferenza di genere”.

Seguono l’uscita dall’aula di numerosi esponenti del governo e della maggioranza. Restano tra i banchi le opposizioni che contestano quello che Nino Marmo, capogruppo di FI, definisce “abdicazione della maggioranza dal proprio ruolo nell’ultimo giorno in cui la legislatura si spegne”.

Ed è ancora Marmo a spiegare il rifiuto opposto dalla maggioranza alla proposta di mediazione che questa volta sono le opposizioni a proporre: ritiro di tutti gli emendamenti, approvazione immediata della doppia preferenza di genere, conferma del 60% della presenza massima di un genere rispetto all’altro con il mantenimento della ammenda pecuniaria che si inasprisce con l’inammissibilità delle liste a decorrere dalla 12. Legislatura.

Non c’è tempo per discuterne. In aula non ci sono consiglieri in numero sufficiente per proseguire.

Ad intervenire in modo netto e categorico è Cesareo Troia, vice Presidente del “Parco Nazionale Alta Murgia” ed esponente del partito “Europa Verde”:
“Le donne pugliesi sono state UMILIATE da un maschilismo insensato! In Puglia non c’è ancora una maturità tale da considerare le donne almeno alla stregua degli uomini! La classe politica di questa regione ha fallito! Vergogna”.

Poi conclude: “La legge si sarebbe potuta approvare in 5 minuti. Ma in realtà sono gli uomini ad aver perso… le donne sanno aspettare!

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Speciale COVID-19

Coronavirus – In Puglia i casi tornano a tre cifre: 103 contagi. Registrato un decesso in provincia di Bari

1863 gli attualmente positivi in tutta la regione. La sesta provincia ha registrato 11 casi positivi nelle ultime 24 ore
- Pubblicità -

Leggi anche

Regionali 2020, l’appello al voto del dott. Domenico Santorsola

Ultima ospitata preelettorale per il consigliere comunale uscente ed ex dirigente medico di ematologia clinica, dott. Domenico Santorsola

Barletta – Flavio Basile : “Questa non è la Lega in cui ho creduto”

ll presidente vicario del consiglio comunale di Barletta e capogruppo della Lega Salvini in consiglio comunale fa chiarezza sul dietrofront nella candidatura...

Andria – Giovanna Bruno: “Tutti contro di me, ma i cittadini hanno le idee chiare”

Una discussione animata incentrata sull'argomento pace fiscale, cavallo di battaglia della campagna elettorale di Bruno

Andria – Laura Di Pilato conclude la campagna elettorale con l’animazione del Mudù

Si terrà oggi, 18 settembre, alle ore 21.30 presso Largo Torneo il comizio conclusivo della candidata sindaca Laura di Pilato

Voto in sicurezza: il protocollo sanitario anti Covid per i seggi elettorali

Le misure di prevenzione contro i contagi sono il frutto di un accordo tra aziende
- Pubblicità -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui