- Pubblicità -
domenica, 29 Novembre 2020
Home Barletta Referendum sì o no? A Barletta un incontro informativo organizzato da "L'Albero...

Referendum sì o no? A Barletta un incontro informativo organizzato da “L’Albero della Vita”

Ospiti dell'evento il prof. Ugo VILLANI, Professore emerito di Diritto Internazionale nell'Università di Bari "A. Moro" e l'avv. Mariano CAPUANO, Penalista in servizio vigente

Gli italiani sono chiamati a pronunciarsi votando sul referendum costituzionale relativo al taglio del numero dei parlamentari.

In cosa consiste il quesito proposto e quali conseguenze derivano dall’approvazione della modifica? Quali sono le ragioni che sostengono il sì e quali invece gli argomenti a favore del no? Che scenari si aprono all’esito di questa votazione?
A queste domande risponderanno il prof. Ugo VILLANI, Professore emerito di Diritto Internazionale nell’Università di Bari “A. Moro” e l’avv. Mariano CAPUANO, Penalista in servizio vigente.

Il 17 settembre alle ore 20 in Via A. Gentileschi, 32 a Barletta saranno gli ospiti di una Tavola Rotonda promossa e organizzata dall’Associazione “L’Albero della Vita” nella persona della Presidente Valentina Amorotti, a cui segue la collaborazione della giornalista Antonella Filannino e di un prete amico della Associazione e sensibile ai temi sociali, don Domenico Savio Pierro, studente di dogmatica.

Oltre ai graditi e qualificati ospiti che dibatteranno sulla proposta di Legge della Riforma circa il taglio del numero dei parlamentari, vi sarà la presenza di Don Domenico Marrone, Teologo Moralista e Parroco della comunità parrocchiale di San Ferdinando Re in S. Ferdinando di Puglia, come esperto di Dottrina Sociale della Chiesa. Ad arricchire e rendere dinamica e giovane la serata gli interventi di due giovani barlettani, Michele e Anna Cinzia, con brani scelti di don Tonino Bello rivolti ai politici e a quanti sono chiamati a promuovere il bene comune.

La cittadinanza è invitata a prendervi parte. Sarà un modo per rivolgere quesiti e dubbi e insieme dibattere. Si ricorda l’utilizzo necessario e obbligatorio della mascherina per la partecipazione all’evento, nella cosiddetta “Piazzetta della Madonnina” sita in Via A. Gentileschi, 32.

- Pubblicità -
- Pubblicità -

Speciale COVID-19

Coronavirus – I contagi aumentano ogni giorno: oggi sono 1.737 con 48 decessi. Natale a rischio?

Oggi, venerdì 27 novembre, in Puglia, sono stati registrati 9.505 test: nella Bat 206 nuovi casi positivi e 15 decessi
- Pubblicità -

Barletta – Polemica luminarie natalizie, la replica del sindaco Cannito

"Si è scatenata sui social e poi su alcune testate, rimbalzando da una parte all’altra, una polemica alimentata ad arte dai soliti odiatori, una...
- Pubblicità -

Leggi anche

Barletta – Protesta per la chiusura del cimitero e offese gravi al sindaco Cannito

Non è di certo un bel periodo per il sindaco Cannito, dapprima gli insulti (risalenti a qualche settimana fa) sui social, specie da parte...

Barletta – Polemica luminarie natalizie, la replica del sindaco Cannito

"Si è scatenata sui social e poi su alcune testate, rimbalzando da una parte all’altra, una polemica alimentata ad arte dai soliti odiatori, una...

Trani – Covid: si è spento l’avvocato Pasquale Ronco

Recentemente le sue condizioni erano peggiorate

Stazione Andria Sud: da fiore all’occhiello della città a discarica a cielo aperto

"Abbiamo più volte contattato la Polizia locale, ma ci hanno detto di contattare il Settore Ambiente, quest'ultimo la Sangalli. Ma dalla municipalizzata dei rifiuti non risponde nessuno"

Andria – Sindaco Bruno: “La città presto videosorvegliata anche attraverso l’utilizzo di droni”

Alla città di Andria sarà erogato un finanziamento di 150mila euro per l'acquisto di droni da sorveglianza remota e di altri apparati tecnici per il controllo del territorio, in particolare delle campagne

2 Commenti

  1. Ma i presenti sono dei Costituzionalisti? La mia opinione è che introducendo una riduzione drastica del numero dei parlmentari, avrebbe un impatto notevole sulla forma di Stato e sulla forma di Governo del nostro ordinamento. LA riforma svilisce il ruolo del Parlamento e ne riduce la rappresentatività, senza offrire vantaggi nè sul piano della efficienza delle istituzioni democratiche nè su quello del risparmio della spesa pubblica. La riduzione del numero dei parlamentari metterebbe in serio pericolo il nostro bicameralismo perfetto. La riforma riduce in misura sproporzionata e irragionevole la rappresentanza dei territori, per esempio alcune regioni finirebbero con l’essere sottorappresentate rispetto ad altre. Tale riforma si limita a ridurre i componenti, il cui elevato numero costituisce una caratteristica del nostro Parlamento. Tale assetto potrebbe essere modificato anche senza alterare il numero dei parlamentari, con una riforma dei regolamenti parlamentari della camera e del senato, in sostanza la legge i quetione aggraverebbe i problemi del bicameralismo perfetto, poi così non si migliora nemmeno la qualità dei nostri parlamentari che rimarranno sempre ciucci.
    Secondo me prima di prendere qualsiasi decisione bisognerebbe ragionare prima di fare una riforma così importante.

  2. Prima parlavo dei regolamenti parlamentari cosa sono? art. 64 cost. “ciascuna camera adotta il proprio regolamento a maggioranza assoluta dei suoi componenti”…….; I regolamenti sono fonti del diritto dotati di efficacia sostanziale poria delle fonti normative e sono subordinati solo alla Costituzione, le cui disposizioni eseguono ed attuano. Si tratta di fonti separate che trovano la loro legittimazione in una riserva di competenza costituzionalmente riconosciuta aa ciascuna camera.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui