- Pubblicità -
venerdì, 4 Dicembre 2020
Home Cronaca Furto di rame sulla tratta ferroviaria Barletta-Canosa: arrestati 2 pregiudicati foggiani

Furto di rame sulla tratta ferroviaria Barletta-Canosa: arrestati 2 pregiudicati foggiani

Gli operatori della Polfer di Barletta hanno individuato due individui a bordo di un'autovettura, in una zona isolata, a ridosso della tratta ferrata, che si allontanavano in direzione Nord

Nelle scorse settimane, lungo la tratta ferroviaria Barletta – Canosa di Puglia, è stato registrato un aumento dei furti di materiale metallico dalla sede ferroviaria.

Per tale motivo, il Compartimento Polizia Ferroviaria di Bari ha organizzato, lungo tale tratta, dei mirati servizi di controllo, con la collaborazione dei tecnici di Protezione Azionale RFI.
A seguito di numerosi servizi di osservazione, gli operatori della Polfer di Barletta e della Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento hanno individuato, nel pomeriggio di mercoledì scorso, due individui a bordo di un’autovettura, in una zona isolata, a ridosso della tratta ferrata, che si allontanavano in direzione Nord.

Il mezzo, che procedeva con lentezza ed affrontava con una certa difficoltà il percorso sterrato, veniva seguito dai poliziotti, fino a quando non si è introdotto all’interno di un deposito ferroso, sito nella provincia di Foggia, dove i due passeggeri hanno iniziato a scaricare il materiale pregiato.

Sorpresi in flagranza, gli occupanti dell’autovettura, un sessantenne ed un trentacinquenne, residenti nella provincia di Foggia, con precedenti specifici, sono stati arrestati per i reati di furto aggravato di materiale di pertinenza ferroviaria e di attentato alla sicurezza dei trasporti ed associati alla casa circondariale di Bari, mentre il titolare del deposito è stato denunciato per il reato di ricettazione.

- Pubblicità -
- Pubblicità -

Speciale COVID-19

Coronavirus – Scendono i contagi ma aumentano drasticamente i decessi. Altro record: 72

Oggi, venerdì 4 dicembre, in Puglia, sono stati registrati 9.480 test e 1.419 nuovi casi positivi. Nella Bat 165 contagi e 8 decessi
- Pubblicità -

Barletta – Ordinanza per la riapertura del cimitero, Forza Italia: “I container devono essere eliminati”

Dopo la dura protesta di domenica 29 Novembre è stata emanata, nelle scorse ore, l’ordinanza per la riapertura del cimitero comunale di Barletta, nel...

Emergenza Covid-19, i sindacati chiedono alla Asl Bat la cabina di regia

In una lettera al direttore generale dell’azienda sanitaria si sottolinea la necessità di convocare la cabina di regia in questa fase difficilissima

L’avevamo detto! La Puglia domenica diventerà zona gialla: c’è l’ordinanza di Speranza

Le tre ordinanze, appena firmate dal ministro della Salute, Roberto Speranza, entreranno in vigore il 6 dicembre
- Pubblicità -

Leggi anche

L’avevamo detto! La Puglia domenica diventerà zona gialla: c’è l’ordinanza di Speranza

Le tre ordinanze, appena firmate dal ministro della Salute, Roberto Speranza, entreranno in vigore il 6 dicembre

Barletta – Ordinanza per la riapertura del cimitero, Forza Italia: “I container devono essere eliminati”

Dopo la dura protesta di domenica 29 Novembre è stata emanata, nelle scorse ore, l’ordinanza per la riapertura del cimitero comunale di Barletta, nel...

Coronavirus – Scendono i contagi ma aumentano drasticamente i decessi. Altro record: 72

Oggi, venerdì 4 dicembre, in Puglia, sono stati registrati 9.480 test e 1.419 nuovi casi positivi. Nella Bat 165 contagi e 8 decessi

Andria – Gli esercizi commerciali chiuderanno alle ore 21. Il mercato tornerà al completo

Dopo 2 settimane con il mercato settimanale sdoppiato (stalli pari e dispari), lunedì 7 dicembre si svolgerà nella sua composizione originaria

Coratella (M5S): “Il Movimento ad Andria è presente e combattivo, chi cerca spaccature resterà deluso”

"Il confronto fra portavoce comunali e regionali è continuo, frutto di rapporti personali solidi e della correttezza sulle iniziative politiche finora intraprese"

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui