- Pubblicità -
martedì, 19 Gennaio 2021
Home Andria Andria - Al lavoro senza casco: quando le tragedie non insegnano nulla

Andria – Al lavoro senza casco: quando le tragedie non insegnano nulla

Tutto ciò accade ad un anno esatto dalla tragedia in cui perse la vita il 44enne andriese, Michele Ciommo, precipitando da un cestello mentre smontava le luminarie

Da qualche giorno nel centro della città di Andria sono in corso gli interventi di manutenzione del verde, effettuati dalla ditta che si occupa dei servizi pubblici comunali, impegnata nella sfoltitura e potatura degli alberi e dell’erba presenti nei punti nevralgici cittadini.

Purtroppo, però, in redazione ci sono giunte delle foto che ritraggono i dipendenti della suddetta società comunale, al lavoro senza indossare i dispositivi di protezione obbligatori, infrangendo le norme di sicurezza sul lavoro.
Le immagini ritraggono infatti un operaio, su una scala, intento a tagliare i rami di un albero, senza il casco di protezione e addirittura con la mascherina abbassata.
Anche i suoi colleghi, altri 3 lavoratori, seguono il suo “esempio”.

Secondo la segnalazione del nostro lettore, anche l’operaio al lavoro sul cestello (visibile in una delle foto, in alto a destra), non dispone di alcun casco protettivo, nonostante il rischio a cui è esposto.

Tutto ciò avviene in centro ad Andria, in piazza Trieste e Trento, proprio di fronte al cosiddetto “palazzo di vetro”, sede degli uffici comunali.
E accade ad un anno esatto dalla tragedia che colpì la città nel dicembre 2019, a pochi giorni da Natale, quando il 44enne andriese, Michele Ciommo, perse la vita precipitando da un cestello mentre smontava le luminarie alla chiesa di Sant’Andrea Apostolo: era il 10 dicembre.

All’origine dell’incidente, un guasto al sistema di sollevamento del mezzo usato dall’uomo.
Una tragedia che sollevò un gran polverone circa il rispetto dei dispositivi di sicurezza durante tutte le attività lavorative.

Morale: a volte, gli avvenimenti funesti non insegnano nulla, o meglio, da quest’ultimi non si vuole imparare nulla.




- Pubblicità -
- Pubblicità -

Speciale COVID-19

Coronavirus – 403 positivi in Puglia su poco più di 3mila tamponi: bene la Bat, solo 14 nuovi casi

Oggi, lunedì 18 gennaio, in Puglia, sono stati registrati 3.065 test. 26 decessi in tutta la regione, 2 nella sesta provincia
- Pubblicità -

Canosa, nuova ordinanza del sindaco Morra: divieto di raggruppamenti in vari punti della città

La nota del sindaco di Canosa di Puglia Roberto Morra  Il Sindaco, al fine di ridurre al minimo il verificarsi del contagio del virus...
- Pubblicità -

Leggi anche

Canosa, nuova ordinanza del sindaco Morra: divieto di raggruppamenti in vari punti della città

La nota del sindaco di Canosa di Puglia Roberto Morra  Il Sindaco, al fine di ridurre al minimo il verificarsi del contagio del virus...

Incidente sull’ex Sp 231 Andria-Canosa: tir esce fuoristrada, illeso il conducente

Illeso il conducente del mezzo pesante É quanto accaduto sulla ex Spi 231 Andria- Canosa nella serata di ieri 18 gennaio. Un tir infatti sarebbe...

Trani – Colpi di pistola in via Superga

Sul posto la polizia per verificare l'accaduto

Coronavirus – 403 positivi in Puglia su poco più di 3mila tamponi: bene la Bat, solo 14 nuovi casi

Oggi, lunedì 18 gennaio, in Puglia, sono stati registrati 3.065 test. 26 decessi in tutta la regione, 2 nella sesta provincia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui