- Pubblicità -spot_img
venerdì, 23 Aprile 2021
HomePoliticaCovid - Protesta ambulanti, Boccia: "Farsi carico sofferenze lavoratori. No a violenza"

Covid – Protesta ambulanti, Boccia: “Farsi carico sofferenze lavoratori. No a violenza”

"Lo Stato cancelli debiti Covid e sostenga le riaperture delle attività chiuse": così il deputato PD e responsabile Enti locali della Segreteria nazionale

“I segnali che arrivano da tutti i territori italiani, anche attraverso ripetute sollecitazioni dei sindaci, non vanno sottovalutati. Il Partito democratico lavora continuamente a soluzioni di sostegno per tutte le attività obbligate a chiusure dolorose e senza precedenti”.

Così Francesco Boccia, deputato PD e responsabile Enti locali della Segreteria nazionale.

“Molti operatori economici e i loro lavoratori sono comprensibilmente stanchi e tante attività sono sotto pressione. In particolare, gli ambulanti e i ristoratori che in questi giorni sono scesi in piazza in diverse città devono sapere che la politica seria, quella che non soffia sulle fuoco della sofferenza, è dalla loro parte.

Faremo sentire la massima vicinanza dello Stato. Ma deve essere chiaro che con la violenza non si risolve nulla e i tafferugli avvenuti oggi (ieri, ndr) contro la polizia a Montecitorio vanno condannati senza sconti.

Servono azioni concrete da parte della politica unita, lontane dalla propaganda; azioni realizzabili in tempi brevi con un’ampia convergenza in Parlamento: lo Stato deve cancellare quella parte di debito privato contratto da famiglie e attività commerciali nell’anno del Covid-19, prorogando allo stesso tempo tutte le moratorie sulle aperture di credito e rimborso dei prestiti” – conclude Boccia.

- Pubblicità -
- Pubblicità -

Speciale COVID-19

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Leggi anche

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui