- Pubblicità -spot_img
martedì, 3 Agosto 2021
HomeAndriaNuovo Ospedale di Andria, il sì del Consiglio comunale all'accordo di programma

Nuovo Ospedale di Andria, il sì del Consiglio comunale all’accordo di programma

Il Consiglio impegna il Sindaco ad agire conservando al Comune il ruolo di "protagonista nel processo di realizzazione del suo Ospedale e garantire alla Città di Andria ed alla sua collettività il massimo livello di cura e di accoglienza nel partecipare alla conferenza dei servizi"

Il Consiglio Comunale di Andria ha approvato, all’unanimità, la deliberazione con la quale è stato dato mandato al Sindaco di sottoscrivere, con le altre Amministrazioni Pubbliche interessate, un accordo di collaborazione nel quale esplicitare l’interesse e la volontà del Comune di Andria a procedere all’approvazione di un Accordo di Programma per l’approvazione del progetto del Nuovo Ospedale di Andria, in variante allo strumento urbanistico del Comune, adeguato alle esigenze del territorio.

Il Consiglio, in particolare, impegna il Sindaco ad agire conservando al Comune il ruolo di “protagonista nel processo di realizzazione del suo Ospedale e garantire alla Città di Andria ed alla sua collettività il massimo livello di cura e di accoglienza nel partecipare alla conferenza dei servizi“ deve garantire che il progetto assicuri la qualità ed il carattere innovativo di ogni sua componente, tecnologica, architettonica, di inserimento ambientale; l’accessibilità massima dalla Città e dal territorio contermine, migliorando e potenziando la viabilità di accesso all’Ospedale sul suo fronte parallelo alla tangenziale S.P.2, prefigurandone il raddoppio per il tratto interessato, in funzione del successivo completamento, per garantire il rapido accesso anche dai comuni prossimi; l’accessibilità ai servizi e la vivibilità di ogni spazio e ambiente, singolo o collettivo, da parte dei fruitori di ogni età e condizione fisica; la modularità e la flessibilità della struttura e dei suoi impianti, per adeguarsi nel tempo ad esigenze contingenti pur attualmente non prefigurabili; la potenzialità funzionale, strutturale ed impiantistica, della struttura ospedaliera, che ne consentano la classificazione dal Primo al Secondo Livello, qualora ne esistano le condizioni nel Piano di Riordino ospedaliero; la possibilità di ospitare centri di ricerca e di studio all’interno del compendio ospedaliero.

Infine il Consiglio impegna il Sindaco a riferire, periodicamente, gli esiti della conferenza dei servizi, prima di giungere alla necessaria ratifica dell’Accordo di programma in variante dello strumento urbanistico.

“Già nel 2017 – dichiara il Sindaco, avv. Giovanna Bruno – il precedente Consiglio Comunale si era espresso all’unanimità nella localizzazione del nuovo ospedale. L’unanimità del Consiglio odierno è rafforzativo dell’attesa di una comunità intera rispetto a questo progetto.

E’ emozionante vedere le schede progettuali, vedere la piana puntellata di ulivi, tra i quali sorgerà la struttura ospedaliera e universitaria, di 400 posti, con tanti servizi annessi. Alla politica locale – prosegue il Sindaco – chiedo di essere lungimirante e rispettosa di tutto ciò che rappresenta questo ospedale. Non solo per Andria! Perché non esistono campanili, non ci sono confini da tutelare. C’è un territorio intero da promuovere e valorizzare. In tutti i modi – conclude Bruno – e con ogni mezzo”.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -

Speciale COVID-19

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -

Leggi anche

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui