- Pubblicità -spot_img
domenica, 28 Novembre 2021
HomePoliticaBallottaggi 2021: vittoria del centrosinistra

Ballottaggi 2021: vittoria del centrosinistra

Elezioni a Ruvo e Cerignola. Sindaco di Andria, Bruno, su vittoria centrosinistra

Al centrosinistra 13 capoluoghi su 20, al centrodestra 4.
Il centrosinistra ha vinto in oltre metà delle venti città, fra capoluoghi di regione e di provincia, andati al voto per eleggere il sindaco nella tornata di amministrative conclusa oggi con i ballottaggi. Ne ha conquistate 13, e il bottino si è arricchito di Roma e Torino, reduci entrambe da cinque anni di amministrazione del M5s. Dopo i successi al primo di Napoli (con l’alleanza Pd-M5s), Bologna e Milano, l’en plein del centrosinistra nei capoluoghi di regione oggi sfuma solo per il risultato di Trieste, dove ha vinto la coalizione di centrodestra. Il centrosinistra si conferma a Varese, dove non riesce il ribaltone alla Lega, che si vede sfilare anche Savona. E al ballottaggio la coalizione progressista vince a Latina, Caserta, Cosenza e Isernia, dopo averlo fatto al primo turno anche a Ravenna e Rimini. Il centrodestra chiude queste elezioni con 4 capoluoghi, confermandosi a Pordenone, Novara e Grosseto. Sono liste civiche quelle che hanno vinto a Salerno (d’area di centrosinistra) e a Benevento, dove si è imposto nuovamente Clemente Mastella.

Ballottaggi ai confini con la BAT.

A Ruvo di Puglia (Bari) vittoria per Pasquale Chieco (Pd) con il 51,9% e 6.695 voti.
A Cerignola (Fg) Francesco Bonito (csx), sostenuto da cinque liste (Partito Democratico, Bonito Sindaco, Con Emiliano, Senso Civico per Cerignola e Movimento 5 Stelle), è stato eletto sindaco con 11.716 voti, pari al 53,85%. Sconfitto il sindaco uscente Franco Metta, 46% dei voti.

Il commento del sindaco di Andria, Giovanna Bruno su vittoria centrosinistra a livello nazionale.

“Il voto delle amministrative premia il centro sinistra ed il ruolo centrale del PD nella coalizione.
La qualità dei candidati sindaci proposti, la serietà dei programmi, la centralità del bene comune, l’assenza di toni ed atteggiamenti gridati hanno trovato l’apprezzamento della Gente.
Il successo del centro sinistra attraversa l’intero Paese, dal Nord al Sud, nei grandi come nei piccoli centri.
Incombe comunque la preoccupazione circa la caduta della partecipazione al voto, che segna una criticità fondamentale per le Democrazie, sulla quale siamo tutti chiamati ad riflessione autocritica: la responsabilità, prima ancora che degli elettori, è della Politica che deve ritrovare pratiche attrattive per la partecipazione.
Esprimo il rammarico per la scarsissima elezione di donne alla carica di Sindaco. È un segno di debolezza democratica che va risarcita, se vogliamo che la convivenza democratica nel nostro Paese si compia fino in fondo.
L’impegno per la Politica, e per il PD in particolare, dovrà essere quello di favorire e di includere le donne nelle dinamiche di selezione dei gruppi dirigenti, perché possano essere pronte e disponibili per rivendicare, ed assumere, ruoli di responsabilità primaria nel governo della cosa pubblica ad ogni livello.
La mia esperienza di Sindaca di una città capoluogo di Provincia come Andria, sarà spesa per favorire questo traguardo di genere nel nostro Paese”.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -

Speciale COVID-19

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -

Leggi anche

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui