- Pubblicità -spot_imgspot_img
sabato, 29 Gennaio 2022
HomeEconomiaAndria - Gelate 2018, ristori a 600 ditte andriesi per i danni...

Andria – Gelate 2018, ristori a 600 ditte andriesi per i danni subiti

Le ditte percepiranno l’acconto dell’80%, così come concordato con le associazioni di categoria. Per le 400 istanze residue le procedure di verifica (Durc risultati irregolari, autocertificazioni, etc.) sono ancora in corso

Il Settore Attività Produttive-Servizio Agricoltura comunica che, dopo lunga e complessa fase istruttoria fatta di verifiche e controlli incrociati, sono state accreditate, direttamente sui conti correnti dei beneficiari, le somme previste a titolo di ristoro per i danni subiti dagli agricoltori andriesi a causa della gelata della primavera 2018.

La liquidazione riguarda il 60% delle aziende ammesse al ristoro, in tutto 600 ditte delle quasi 1000 aventi diritto, e che percepiranno l’acconto dell’80%, così come concordato con le associazioni di categoria. Per le 400 istanze residue le procedure di verifica (Durc risultati irregolari, autocertificazioni, etc.) sono ancora in corso.

Solo successivamente alla chiusura di tutte le pratiche si procederà alla liquidazione del restante 20% a saldo.

“Sento il dovere – spiega l’assessore alle Attività Produttive, dott. Cesareo Troia – di ringraziare l’ufficio Agricoltura che conta solo un dipendente, coadiuvato a sua volta da un solo dipendente addetto anche alle pratiche U.M.A., oltre all’Ufficio Finanziario per aver proceduto, celermente, ad emettere i mandati di pagamento ai circa 600 agricoltori beneficiari, tra soggetti individuali e aziende agricole.

Ringrazio tutte le associazioni di categoria per aver collaborato con l’assessorato nel risolvere, e accelerare, la presentazione della documentazione necessaria ai fini istruttori. Le domande pervenute sono state 1.030, delle quali 960 ammesse (890 ditte individuali e 70 società agricole).

Con questi mandati di pagamento abbiamo effettuato un acconto pari all’80% del totale spettante. Questa anticipazione, pari a circa 1,3 milioni di euro, giunge in un momento molto delicato come questo per l’intera economia agricola.

E’ una somma esigua, ma – conclude Troia – rappresenta comunque un aiuto importante per gli agricoltori che avranno sempre più bisogno di attenzione”.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -

Speciale COVID-19

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -

Leggi anche

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui