- Pubblicità -spot_imgspot_img
sabato, 2 Luglio 2022
HomeAndriaAndria - Striscione alla piscina comunale, Di Pilato: "Servirebbe ristrutturare una città...

Andria – Striscione alla piscina comunale, Di Pilato: “Servirebbe ristrutturare una città ora crollata”

Non si placano le polemiche circa la permanente chiusura della piscina comunale di Andria, ormai rimasta inutilizzata dall'agosto del 2019

Non si placano le polemiche circa la permanente chiusura della piscina comunale di Andria, ormai rimasta inutilizzata dall’agosto del 2019.

La struttura di via delle Querce avrebbe dovuto riaprire i battenti nel gennaio di quest’anno, ma a quanto pare, a giugno 2022 i cancelli sono ancora chiusi.
Ieri mattina però, all’esterno dell’edificio, è apparso uno striscione, esposto sui cancelli e rivolto alla sindaca Bruno: “Sindaca, riapri la piscina. Siamo stanchi di fare gli agonisti di altri paesi! (Tutti devono tornare al proprio lavoro)”. Firmato “Mamma Ultras”.

Un messaggio eloquente che evidenzia il disagio dei genitori andriesi, costretti ad accompagnare e seguire i propri figli nuotatori fuori città e quindi percorrere ogni volta diversi chilometri.

Sul tema è intervenuta quest’oggi anche l’avv. Laura Di Pilato, con un post sul suo profilo social rivolto al primo cittadino andriese: “Beh, ne sono passati di giorni da quel giorno in cui sei stata eletta, l’elezione presuppone oneri e ONORI. Purtroppo la piscina è diventata palude, le buche sono ormai voragini, le voragini sono diventate burroni”.

Poi continua: “Penso che meno feste, meno oratorio e più ristrutturazione di una città già distrutta ma ora crollata, servirebbe. Innanzitutto un bando urgente, quando dico urgente deve essere fatto domani, rifare le strade (i soldi ci sono) SUBITO anche perché le strade si rifanno in estate, ma io non vedo cantieri.

UN CONSIGLIO non pensiamo ad accaparrarci voti da consiglieri ibridi e sterili asserviti alla politica solo per un interesse privato (vergognoso) per il 29 giugno!!” – conclude Di Pilato.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -

Speciale COVID-19

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -

Leggi anche

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui