- Pubblicità -spot_imgspot_img
martedì, 16 Agosto 2022
HomeAmbienteAndria - Scoperta discarica abusiva in via Corato. FOTO

Andria – Scoperta discarica abusiva in via Corato. FOTO

Proprio durante una delle attività di controllo del territorio, un uomo è stato colto mentre manipolava rifiuti pericolosi derivanti da apparecchiature elettriche. L'area interessata è un fondo agricolo con annesso fabbricato

La discarica abusiva è stata individuata nei pressi di Via Corato: “Tutto è partito, – ricostruisce l’Assessore alla Polizia Locale, Pasquale Colasuonno, – da varie segnalazioni arrivate dai cittadini a cui è seguita un’attività di osservazione e perlustrazione, da parte delle pattuglie, di Pasquale Colasuonno, delle aree segnalate.

Proprio durante una delle attività di controllo del territorio, un uomo è stato colto mentre manipolava rifiuti pericolosi derivanti da apparecchiature elettriche. L’area interessata è un fondo agricolo con annesso fabbricato.
L’intera zona, sia coperta che esterna, è risultata disseminata di rifiuti e sul luogo sono state accertate numerose tracce di materiale incendiato.

Adesso il tutto è in mano agli inquirenti e all’autorità giudiziaria, l’impressione però è che un altro pezzo di territorio sia appena stato sottratto a una deriva tossica e pericolosa”.

“Il comando di Polizia Locale – sottolinea il Sindaco, Avv. Giovanna Bruno – tolleranza zero per gli incivili e le attività illecite. Ora più che mai. Il comando di Polizia Locale è fortemente impegnato su questo e ha eseguito un sequestro di un’area agricola, nei pressi di via Corato, dove avveniva una gestione illecita di rifiuti speciali.

Non si esclude anche attività di combustione degli stessi. La parola passa agli inquirenti che, – conclude il Sindaco, Avv. Giovanna Bruno – con l’autorità giudiziaria, valuteranno le ulteriori attività da compiere”.

- Pubblicità -spot_img
[DISPLAY_ULTIMATE_SOCIAL_ICONS]
- Pubblicità -

Speciale COVID-19

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -

Leggi anche

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui