- Pubblicità -spot_imgspot_img
martedì, 27 Settembre 2022
HomeBarlettaBarletta - Paura in mare nella notte di San Lorenzo: barca a...

Barletta – Paura in mare nella notte di San Lorenzo: barca a vela in balia delle onde salvata dalla Guardia Costiera

L’imbarcazione era a 19 miglia di distanza dal sorgitore barlettano quando è sopraggiunta un’avaria all’apparato motore che ha lasciato l’occupante in balia delle onde e della corrente

La Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Barletta rende noto che nella serata di mercoledì 10 agosto, fino alle prime luci dell’alba seguente, la dipendente Motovedetta “SAR” CP845 ha portato a termine un’attività di soccorso, a favore di un’imbarcazione da diporto a vela con a bordo un uomo di nazionalità austriaca che navigava in solitaria.

L’imbarcazione era a 19 miglia di distanza dal sorgitore barlettano quando è sopraggiunta un’avaria all’apparato motore che ha lasciato l’occupante in balia delle onde e della corrente in quanto, verosimilmente in preda al panico, non riusciva più ad issare le vele e governare l’unità verso un luogo sicuro.

La persona a bordo dell’unità, ha richiesto soccorso riuscendo a contattare la Sala Operativa
della Capitaneria di porto di Manfredonia – tramite il numero per le emergenze in mare “1530” – che ha subito informato la Sala Operativa della Guardia Costiera di Barletta, nella cui area di responsabilità si trovava l’unità in difficoltà, e dirottato la propria Motovedetta CP263 già in mare verso la posizione comunicata dal diportista.

La Sala Operativa della Guardia Costiera di Barletta ha disposto l’immediato intervento della dipendente motovedetta CP845 che prontamente mollava gli ormeggi e raggiungeva in tempi brevi l’unità in avaria già raggiunta dalla CP263 che offriva assistenza.
L’equipaggio della CP845, accertatosi in primis delle condizioni di salute dell’occupante, prestava assistenza all’imbarcazione in panne conducendola in sicurezza sino al porto di Barletta, assicurandola agli ormeggi.

Contestualmente veniva richiesto l’intervento di un’ambulanza del servizio di emergenza del
“118” per una verifica più accurata dello stato di salute del malcapitato il quale, dopo gli
accertamenti sanitari, è stato dimesso ed è potuto rientrare a bordo dell’unità navale soccorsa.

Contestualmente, sempre nel corso della notte tra il 10 e l’11 agosto è stato eseguito un
pattugliamento congiunto con gli agenti della Polizia Locale al fine di evitare il ripetersi degli eventi dello scorso anno che hanno visto il deturpamento della litoranea della città con l’abbandono di carrelli della spesa sottratti ai grandi supermercati locali ed usati per il trasporto della legna per i consueti falò della notte di San Lorenzo ed infine abbandonati in spiaggia.

Numerosi sono stati i ritrovamenti effettuati prima che i carrelli raggiungessero le spiagge. Ma non sono mancati episodi di rimozione dalla spiaggia di legname e rifiuti tra cui il ritrovamento anche di due carrelli incendiati ed abbandonati in località Pantaniello, individuati dai militari della Capitaneria di porto e prontamente rimossi dalla Bar.Sa durante la notte.

Si ricorda che la Capitaneria di porto di Barletta è in questi giorni impegnata, sia in mare che lungo il litorale della provincia, nell’operazione nazionale denominata “Mare Sicuro 2022”, organizzata dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera e coordinata a livello regionale dalla Direzione Marittima di Bari, al fine di assicurare la libera fruizione degli arenili da parte dei cittadini ed una balneazione e navigazione in sicurezza per bagnanti e diportisti.

- Pubblicità -spot_img
[DISPLAY_ULTIMATE_SOCIAL_ICONS]
- Pubblicità -spot_img

Speciale COVID-19

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -

Leggi anche

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui