- Pubblicità -spot_img
domenica, 19 Maggio 2024
HomeAndriaAndria - Festa Patronale, ci rimane solo "U Mizz Pizz"

Andria – Festa Patronale, ci rimane solo “U Mizz Pizz”

Prima la situazione economica e poi il Covid-19 mettono fine alla Festa Patronale. Per gli andriesi restano i dolci tipici e tanta immaginazione...

Parlare di una festa patronale “sottotono” per la città di Andria sarebbe un eufemismo.

Questo perché dei famosi festeggiamenti per “San Riccardo” di fatto non se ne vede neanche l’ombra.

Non ci sono bancarelle, né giostre, né luminarie.

Qualcuno dirà che in realtà questa è una festa religiosa e non con uno scopo consumistico:

Non c’è nessuna processione (non c’è stata neanche la tradizionale processione dedicata a Santa Maria dei Miracoli). I fedeli potranno consolarsi seguendo la celebrazione eucaristica delle 20:00 dedicata a Santa Maria dei Miracoli e San Riccardo prevista per oggi sabato 19 settembre.

Sappiamo tutti che questo deriva dalle precauzioni prese per evitare il contagio da Covid-19, ma eliminare qualsiasi segno della festività, ci sembra un esagerazione ed una mancanza di rispetto verso i cittadini.

Detto ciò agli andriesi non resta che l’immaginazione, accompagnata dalle specialità culinarie che caratterizzano questo evento.

Basta chiedere ai propri nonni cosa facevano da fidanzati durante la festa patronale per sentirsi subito dire: “Scemm a mangej u mizz pizz a la vid Troin”.

Per chi non lo sapesse, “U Mizz Pizz” è la tipica cassa gelato andriese, che si tramanda da anni sia tra i consumatori e sia tra i pasticceri andriesi che ne custodiscono la ricetta.

Noi abbiamo intervistato Giuseppe Regano, giovane pasticcere andriese che da anni con passione si dedica al suo lavoro, andando a riscoprire le storiche ricette, tramandando gli ingredienti naturali, e talvolta rivisitando qualche pezzo forte, per renderlo ancora più tradizionale.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

ATTUALITA'

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Leggi anche

spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui