- Pubblicità -spot_img
martedì, 18 Giugno 2024
HomeBarlettaBarletta - Comitato Mobilità Sostenibile: "Amministrazione comunale disattenta alle politiche ambientali"

Barletta – Comitato Mobilità Sostenibile: “Amministrazione comunale disattenta alle politiche ambientali”

"Ci mancava solo la beffa di un supermercato vicino al Castello, in una zona di pregio e di rilevanza culturale, uno snodo importante tra il Lungomare e il Centro Storico"

Giunge in redazione la segnalazione del Comitato Mobilità Sostenibile di Barletta:

“Non siamo automobilisti. Non siamo consumatori. Siamo persone.

Non è questa la prima volta che il Comitato Mobilità Sostenibile di Barletta sottolinea la totale disattenzione di questa Amministrazione Comunale verso l’ambiente e la salute di tutti noi. Ci mancava solo la beffa di un supermercato vicino al Castello, in una zona di pregio e di rilevanza culturale, uno snodo importante tra il Lungomare e il Centro Storico.

Inutile sognare un’area per famiglie, con zone pedonali, piste per lo sport, corsie ciclabili a ridosso della Lega Navale. Qui si rischia,invece, un aumento del traffico lungo tutta quella bellissima strada che costeggia il Castello, già caratterizzata dal continuo passaggio di mezzi pesanti e di centinaia di veicoli (che la attraversano quotidianamente per raggiungere la vicina Zona Portuale, il Lungomare Pietro Mennea, via Foggia),e in passato tristemente segnata da terribili incidenti stradali, uno dei quali costò la via ad una giovane donna.

Non ci è dato di sapere quale sarà il destino di quella zona portuale che, pur avendo grandi potenzialità turistiche, se non sviluppata in un’ottica di sostenibilità ambientale, rischia di essere l’ennesima “schifezza”. E anche la proposta di “Copertura viabilità carrabile antistante il Castello” non prevede una corsia per i mezzi leggeri.

Ma veniamo ai dati relativi alla salute pubblica. Com’è noto, ogni anno l’ARPA stila un Report sui livelli di inquinamento dell’aria, rilevati da centraline mobili e da una centralina fissa.

Il particolato di polveri sottili dovuto ad emissioni di scarico delle auto, noto come PM10, o, ancora più sottile, il PM2.5, è estremamente nocivo per la salute umana, provocando gravissime patologie.Il componente NO2, emesso in condizioni di traffico, è un pericoloso agente chimico. Dunque, mentre durante il lock-down nel 2020, si sono registrate minori concentrazioni, con la ripresa delle attività umane, si sono segnalati alti livelli di emissioni, in particolare nelle arterie urbane, e soprattutto nelle ore di punta.

Questi agenti inquinanti influiscono pesantemente sulla salute dei cittadini, ecco perché bisognerebbe tempestivamente ripensare alla viabilità, creare un’enorme zona a traffico limitato,con un sistema di Park and Ride, rendendo efficiente la rete di trasporto pubblico su mezzi elettrici, come suggerito dal PUMS, rivedere la viabilità sul Lungomare, dove a pochi passi dai cittadini che fanno sport si formano file interminabili di auto.E’ da tempo che i ciclisti aspettano la messa in sicurezza ed il completamento della rete di piste ciclabili.

Ricordiamo che al momento esiste un Bando con scadenza in Giugno prevede l’assegnazione di contributi per investimenti in progetti (DPCM 21 Gennaio 2021 Rigenerazione Urbana). Occasione da prendere al volo!”

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

ATTUALITA'

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Leggi anche

spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui