- Pubblicità -spot_img
martedì, 21 Maggio 2024
HomeAttualitàLa creatività dei docenti del CPIA BAT: ecco le tre attività didattiche...

La creatività dei docenti del CPIA BAT: ecco le tre attività didattiche realizzate nelle sedi provinciali

Tre iniziative didattiche degne di nota: L’UDA “Una storia che insegna e segna” (sede di Barletta), la visita guidata del centro storico di Barletta (sede di Trinitapoli), il laboratorio di carta (sede di Trani carcere)

Non segna mai il passo la creatività dei docenti del CPIA BAT “Gino Strada” e l’entusiastica partecipazione degli studenti alle attività didattiche proposte. Di seguito, la descrizione di tre attività concluse nei giorni recenti e tutte meritevoli di nota.

“Una storia che insegna e che segna”: il cortometraggio realizzato dagli studenti della sede associata “Manzoni” di Barletta mostra quanto la storia possa uscire dai testi per vivere nelle significative immagini e nei suoni dei fonemi che, altrimenti, rimarrebbero “lettera morta”.

L’elaborato multimediale, posto in essere con zelo e ingente dedizione dall’utenza adulta del CPIA BAT “Gino Strada” rappresenta la palese epifania di come l’apprendimento di una disciplina, molto spesso considerata tediosa, possa divenire un’operazione piacevole e stimolante in grado di lasciare un segno indelebile nel cuore e nella mente dei discenti.

La proiezione finale del cortometraggio ha visto la partecipazione del dirigente scolastico, prof. Paolo Farina, e del dirigente scolastico in quiescenza, prof. Roberto Tarantino, guida esperta nell’elaborazione del prodotto multimediale. Nell’occasione, il prof. Tarantino con un suo solenne intervento ha fornito una cornice significativa ad un lavoro a dir poco magistrale, in grado di incuriosire anche chi non comprende il vero valore aggiunto della storia!

Si ringraziano, pertanto, oltre all’egregio Professore, anche l’ANPI BAT di cui Tarantino è Presidente Onorario; Ruggiero Graziano, Presidente dell’ANMIG; il regista Daniele Cascella e il video maker Saverio Autorino per la loro preziosa collaborazione.

“I tesori del centro storico di Barletta”: i discenti, italiani e migranti, della sede del CPIA BAT “Gino Strada” presso Trinitapoli, hanno voluto vivere una singolare scoperta del centro storico di Barletta, accompagnati dai docenti Roberto D’Elia e Nunzia Monopoli e magistralmente guidati, in veste di ufficiale guida turistica, dalla prof.ssa Alessandra di Meo.

Partecipe della visita guidata anche un visibilmente soddisfatto dirigente scolastico Paolo Farina. La visita è partita dal “Colosso di Eraclio” e dall’attigua chiesa del Santo Sepolcro, si è poi inoltrata nelle viuzze del centro storico, sino a raggiungere la cattedrale e quindi il castello normanno svevo di Barletta, concludendosi presso la biblioteca comunale. Entusiasti i partecipanti che, una volta di più, hanno potuto scoprire e apprezzare i tesori artistici, storici e culturali del proprio territorio.

“Il laboratorio di carta presso la casa circondariale di Trani”: il dirigente scolastico Paolo Farina, ricevendo in dono un manufatto opera dei corsisti della casa circondariale di Trani, sede anch’essa del CPIA BAT “Gino Strada”, ha letto commosso il loro biglietto di accompagnamento del dono: “Un augurio per la Santa Pasqua ringraziandovi delle nuove speranze che ci avete offerto. I ragazzi del corso di alfabetizzazione di lingua italiana del carcere di Trani”.

A sua volta, il dirigente ha voluto indirizzare loro queste parole: “La mia Pasqua si compie con il gesto di questi studenti così speciali. Nulla, più del loro gesto e delle loro parole, ripaga me e tutto il personale docente e non docente della fatica quotidiana nella prestazione del nostro servizio pubblico. Ma se i risultati sono questi, ne vale davvero la pena. Santa Pasqua a tutti”.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

ATTUALITA'

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Leggi anche

spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui