- Pubblicità -spot_img
martedì, 5 Marzo 2024
HomeSan Ferdinando di PugliaSan Ferdinando di Puglia si prepara a festeggiare il Santo Patrono

San Ferdinando di Puglia si prepara a festeggiare il Santo Patrono

Il 30 maggio ricade il Dies Natalis di Ferdinando III di Castiglia (1252), salito agli onori degli altari come "San Ferdinando Re" e riconosciuto quale protettore del piccolo centro della sesta Provincia nel 1847

Come ogni anno, giunti alla fine del mese di maggio, San Ferdinando di Puglia, si appresta a celebrare il proprio Augusto Protettore.

Il 30 maggio, infatti, ricade il Dies Natalis di Ferdinando III di Castiglia (1252), salito agli onori degli altari come “San Ferdinando Re” e riconosciuto quale protettore del piccolo centro della sesta Provincia, sin dalle origini, nel 1847. Così come fatto nelle precedenti edizioni, anche quest’anno, il programma, elaborato dal Comitato Festa Patronale e dalla Parrocchia San Ferdinando Re, si caratterizza per la sua connotazione socio – culturale.

Il 28 maggio infatti si terrà nel cortile della parrocchia San Ferdinando Re in via della Speranza un tavolo tematico e di confronto democratico tra i candidati alla carica di Sindaco in vista delle prossime elezioni amministrative del 12 giugno, organizzato dalla Biblioteca don Milani e moderato dal Prof. Rosario Lovecchio.

Nella stessa location sarà allestita una mostra artistico/pittorica con l’esposizione di alcune opere di artisti locali.
Domenica 29 maggio, con partenza ore 9.00 dalla Chiesa Madre, si terrà il 2° Trail dell’Ofanto – Parco delle Cave, competizione podistica del circuito FIDAL organizzata
dall’Associazione Mater on The Road.

Lo start della gara avverrà mediante il lancio di palloncini rossi contro la violenza sulle donne, promosso dalla Associazione FIDAPA Sezione Ofantina. La competizione sarà dedicata alla memoria del compianto Mauro Scardigno, già presidente del Comitato Festa Patronale, prematuramente scomparso.

Lunedì 30 maggio, la città sarà salutata alle ore 7.30 dal festoso suono delle campane di
tutte le parrocchie della città
in luogo dei consueti fuochi di artificio, come gesto di
sensibilità verso i profughi per i quali i “botti” ricordano il fragore delle bombe che stanno
distruggendo il loro Paese.

Alle ore 17.30 l’effige di San Ferdinando Re verrà traslata all’esterno della Chiesa Madre per la successiva celebrazione eucaristica delle ore 19.00 che sarà presieduta dal parroco don Mimmo Marrone. Al termine della Santa Messa verrà messo in scena un Monologo Teatrale dal titolo “C’era una volta la guerra”, spettacolo prodotto da EMERGENCY Ong Onlus, interpretato dall’attore Mario Spallino, per la regia e drammaturgia di Patrizia Pasqui.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

ATTUALITA'

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Leggi anche

spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui