- Pubblicità -spot_img
domenica, 3 Marzo 2024
HomeBarletta4^ edizione TEDxBarletta, concluso l'evento su arte, cultura, scienza e tecnologia

4^ edizione TEDxBarletta, concluso l’evento su arte, cultura, scienza e tecnologia

Tensione, ovvero l’azione del tendere e lo stato di ciò che è teso: questo il tema di TEDxBarletta 2022 ospitato sabato 3 settembre in Piazza d’armi, all’interno del Castello di Barletta

Tensione, ovvero l’azione del tendere e lo stato di ciò che è teso: questo il tema di TEDxBarletta 2022 ospitato sabato 3 settembre in Piazza d’armi, all’interno del Castello di Barletta. Sold out in pochi giorni, l’evento dal vivo ha affrontato tematiche relative a diversi campi quali arte, cultura, scienza, tecnologia, restituendone la complessità e i contrasti interni.

La quarta edizione del TEDxBarletta ha invitato tutti noi a riflettere sulla Tensione, ovvero quella condizione in cui si è al punto di massimo equilibrio e al punto di massima rottura. La Tensione, ovvero buio ma anche luce, Eros ma anche Thanatos, attrazione e repulsione. Tensione costante, continua, è la nostra naturale condizione di esseri umani perennemente alla ricerca. L’energia intensissima prima che accada qualcosa, o la conseguenza di qualcosa che è accaduto.

Concetto espresso nelle sue tante sfaccettature attraverso una conferenza-spettacolo, che ha visto il supporto attivo e il patrocinio del Comune di Barletta. “Abbiamo avuto una risposta molto importante e convinta da tutti gli speaker che hanno aderito – spiega Elio Palumbieri, tra gli organizzatori dell’iniziativa – per alcuni di loro era un ritorno a Barletta. Ci hanno appassionato, emozionato e fatto sorridere. Devo ringraziare il gran lavoro fatto da tutto lo staff, dai componenti dell’organizzazione ai volontari fino ai tecnici. Tutto il territorio deve sentirsi partecipe di questo successo. E siamo già proiettati all’edizione 2023”. A margine i saluti dell’amministrazione comunale di Barletta desiderosa di aprire nuovi scenari, possibili collaborazioni e sinergie con i relatori.

TEDxBarletta si fregia anche del patrocinio di Regione Puglia – Assessorato al Turismo e dell’Ambasciata olandese in Italia. Partecipazioni che confermano quanto l’evento del TEDxBarletta sia di grande spessore culturale e artistico tanto da attrarre speaker nazionali e internazionali. Tra le novità di quest’anno il coinvolgimento degli speaker delle precedenti edizioni, diventati veri ambassador dei valori TEDxBarletta e l’angolo networking dove il pubblico ha potuto dialogare con i partner e i protagonisti del palco, quest’ultimi ospiti anche del corner speaker condotto da Lorenzo Ferrari (CEO &Founder di SmarTalks) e dalla Travel Blogger Marika Marangella. Il tema della Tensione come superamento delle barriere e scoperta di è stato il fil rouge della serata: i protagonisti lo hanno espresso in parole, musica e note conferendogli forme e significati molteplici.

L’evento è stato condotto dallo youtuber Pietro Morello, dall’attrice Giulia Trippetta e dalla producer Rossella Pivanti, tutti e tre già speaker della precedente edizione del TEDxBarletta. Gli speaker che hanno calcato il palco di quest’anno hanno affrontato il tema da vari punti di vista: collettivo, sociale, personale, civico ecc. in un crescendo di emozioni.

Ad aprire la serata Carlotta Totaro Fila che ha parlato di un nuovo consumo sostenibile: gli insetti. Una nuova frontiera alimentare non solo più sostenibile ma che rappresenta, soprattutto, un’arma per le nuove generazioni per far fronte alla crescente domanda di alimenti in carenza di risorse. “Gli insetti commestibili, in particolare i grilli, sono considerate risorse naturale come cibo alternativo – spiega – abbiamo messo in piedi da due anni una start-up innovativa e stiamo studiando per ottenere l’autorizzazione a produrre e commercializzare questo ingrediente, una farina ottenuta da questo tipo di animali”.

Lex Boon ci ha raccontato di giornate che cambiano la vita, di momenti slidingdoors e della capacità di superare il dolore, lo stallo, la tensione attraverso il motore della curiosità: dietro ogni piccola cosa, anche una pianta di ananas, ci sono storie che meritano di essere ascoltate, inseguite, raccontate. “Partendo dalla storia di una pianta di ananas ho scritto un libro – ricorda – me l’ha regalata la mia ragazza quando mi ha lasciato. Avevo il cuore spezzato e mi sono detto: fammi studiare di più questo frutto”.

Andrea Colamedici che ci chiede: le macchine possono fare arte? Mentre ci ostiniamo ancora a ricercare una definizione della parola “arte”, quella stessa arte cambia, si appropria di linguaggi e mezzi nuovi fino a spingersi oltre i confini del corpo umano. “Ho incrociato i concetti di arte e intelligenza artificiale, mi sono appassionato a software che generano immagini attraverso input testuali. Danno vita a opere d’arte punk e dal valore sorprendente. La domanda di sottofondo è: è arte? L’ho creata io che ho scritto o l’intelligenza artificiale?”.

Sul palco di Barletta anche l’attuale tema dei bitcoin, analizzato da Luca Boiardi, founder di Crypto Gateway. “Viviamo in un mondo che vede i bitcoin come un baluardo invece per me sono un diritto – assicura – il mio intervento vuole portare oltre i luoghi comuni e guardare all’aspetto filosofico e umano di questo tema”.

Marina Castellano, con la sua preziosa testimonianza di infermiera ONG ci ha aiutato a comprendere il nostro peso nelle tensioni internazionali e a essere parte attiva in ogni piccola scelta quotidiana. “Ho trattato il tema della guerra – ricorda – in un momento drammatico come quello che stiamo vivendo, con il conflitto tra Russia e Ucraina. Le storie che ho portato sul palco sono quelle dei bambini ma anche delle famiglie che ho incrociato negli anni”.

Elena Tonello, l’ingegnere nucleare e socia del comitato Nucleare e Ragione, snocciola punto per punto le maggiori perplessità legate al nucleare evidenziando l’importanza di fare chiarezza in virtù di un futuro sempre più consapevole e sostenibile. “L’obiettivo principale del mio speech è quello di parlare di energia nucleare in Italia. Credo che al di là delle scelte che si possono fare politicamente, il tema sia messo da parte. La cosa più importante invece è essere informati e parlarne”.

Commovente e ricco di energia l’intervento di Pino Maniaci: la mafia 30 anni dopo il 1992, anno che segna uno spartiacque tra legalità e mafia “c’è un momento dove tutto cambia e c’è un momento dove tutto cambia per restare uguale”. Il dopo è rappresentato dal risveglio delle coscienze, dalle richieste di legalità e giustizia urlate a gran voce. Ma Maniaci ci mostra il volto oscuro dell’antimafia. “Parlarne è fondamentale, Paolo Borsellino ci spingeva a farlo perché sensibilizzare il prossimo è importante – ha ricordato – e mettere in circolo questi messaggi attraverso eventi del genere è un atto dovuto”.

Sul palco del TEDx anche Antonio Bernardini, concittadino barlettano, che pone l’uomo contemporaneo di fronte la sua grande sfida: la capacità di affrontare l’epoca in cui vive segnata da profonde trasformazioni come i cambiamenti climatici, la rivoluzione energetica, la transizione digitale, il fenomeno delle migrazioni. “Mi sembrava importante dare una visione internazionale del tema di tensione – è il suo punto di vista – e farlo nella mia città ha un sapore speciale: viviamo in un mondo che sta cambiando pelle e siamo costantemente sottoposti a delle sfide. Quella del clima e della transizione energetica è centrale”.

Chiara ASMR, dove ASMR sta per Autonomous Sensory Meridian Response cioè una nuova risposta allo stress, all’ansia e all’insonnia. Chiara, una delle prime creatrici di contenuti ASMR in Italia, ci spiega questo fenomeno e perché ha conquistato il web e l’attenzione di milioni di persone. “Racconto la meraviglia dei suoni, il fatto che siamo molto concentrati sulla vista e altri sensi ma raramente facciamo caso ai piccoli suoni che ci circondano ogni giorno. Invece questi suoni hanno un potenziale incredibile”.

A seguire Yotobi, nome d’arte di Karim Musa, che attraverso le sue esperienze personali ci mostra come fallire sia la cosa migliore che possa capitarci. Fin da piccoli ci è stata inculcata l’idea che il fallimento sia uno dei momenti più bassi della nostra vita e che vada evitato a tutti i costi. E invece dovremmo imparare a trasformarlo in un nostro punto di forza. “Per me è stato quasi un ritorno a casa, la mia famiglia è di Monopoli e in Puglia ho passato le vacanze estive della mia infanzia – sorride – ho raccontato come si accetta un fallimento, cosa che corregge varie problematiche mentali e fisiche”.

A chiudere la serata è stato Fabio Caressa di Sky Sport. Nel suo speech ha suggerito come convogliare le energie negative in carburante positivo in grado di agevolare il nostro percorso nello sport, ma soprattutto nella vita di tutti i giorni. “La tensione è sicuramente un elemento distorsivo della nostra capacità di limitare il talento – sottolinea – prendiamo l’esempio di un calciatore che sta per tirare un rigore: se sei teso ti si annebbia la vista, si induriscono i muscoli e tutto diventa più difficile. Il problema non è tanto avere tensione quanto superarla. E questo solitamente è lo schema delle persone che riescono ad avere successo”.

La conferenza-spettacolo del 3 settembre è stata arricchita da esibizioni musicali, spettacoli e forme d’arte che si sono alternate sul palco di piazza d’Armi e hanno entusiasmato il pubblico presente: protagonisti BigMama, Choros Ballet, Julielle, Ethan Lara e Cucina Sonora, fino al saluto finale con sorpresa assicurato dal sound di Giuseppe Leone (in arte Pepperino), già membro della band di Vinicio Capossela, che ha animato il finale con una coinvolgente performance ai tamburelli.

L’ANTEPRIMA DEL TEDX

Prima dell’evento del 3 settembre ci sono stati altri appuntamenti gratuiti e aperti al pubblico. Il Castello di Barletta ha ospitato le illustrazioni di Francesco Poroli (già speaker del TEDxBarletta nel 2020) mentre giovedì 1 settembre si è tenuta la presentazione dei libri di tre speaker: Chiara ASMR con “Il potere di un sussurro. La prima guida italiana all’ASMR; Marina Castellano con “Vorrei vedere i bambini giocare. Storie di un’infermiera dentro la guerra” e LexBooncon “Ananas. Viaggio alla scoperta di un frutto sorprendente”.

Cos’è TED?

TED (Technology Entertainment Design) sono una serie di conferenze organizzate da Sapling Foundation, una organizzazione privata non-profit statunitense, nata nel 1984 negli USA, nella Silicon Valley.

Cos’è TEDx? TEDx è un programma lanciato da TED dove la “x” sta a indicare un evento organizzato in modo indipendente, che si propone di far vivere localmente un’esperienza simile a quella che si vive partecipando a una conferenza TED. Agli eventi TEDx presentazioni dal vivo, performance artistiche e proiezioni di video tratti dai TED Talks sono combinati per stimolare il dialogo tra i partecipanti e accrescere la community. Le Conferenze TED forniscono il modello guida generale per l’organizzazione degli eventi TEDx, ma i TEDx, incluso TEDxBarletta, sono realizzati in modo indipendente.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

ATTUALITA'

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Leggi anche

spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui