- Pubblicità -spot_imgspot_img
lunedì, 26 Settembre 2022
HomeBarlettaBarletta - Il PD chiede le dimissioni dell'amministratore Bar.S.A. Michele Cianci

Barletta – Il PD chiede le dimissioni dell’amministratore Bar.S.A. Michele Cianci

A commentare il provvedimento di arresti domiciliari nei confronti dell’avvocato Michele Cianci, è il gruppo consiliare del PD di Barletta: "Ci aspettiamo un intervento del Sindaco (o di un suo assessore) sulla vicenda"

“Abbiamo atteso alcuni giorni, perché la nostra speranza era che l’Amministratore unico, o il Comune come socio unico, o il Sindaco, o qualche esponente della giunta o della maggioranza, prendesse la parola”. Ad intervenire sull’argomento è il gruppo consiliare del Partito Democratico di Barletta.

“Speranza mal riposta perché, nonostante la gravità, nessuno dei soggetti elencati ha pensato di dover rilasciare dichiarazioni su quanto accaduto: ovvero sul provvedimento di arresti domiciliari nei confronti dell’avvocato Michele Cianci. Noi, a differenza di alcuni dei partiti che compongono la maggioranza attuale in consiglio comunale, siamo e restiamo garantisti.

E dunque l’avvocato Cianci ha diritto di dimostrare la propria innocenza, e non colpevole rimane per noi sino all’ultimo grado di giudizio. Ma l’avvocato Cianci è anche l’amministratore unico della Bar.S.A., azienda strategica per l’amministrazione comunale e per la città tutta. Una società che necessita un impegno totale e costante, esclusivo, per la mole di lavori che conduce, per il numero di addetti che coinvolge, per i servizi essenziali di cui si occupa.

Chi conosce i tempi e i modi della giustizia (e Cianci da avvocato penalista li conosce bene) comprende facilmente quanto questi tempi e modi, quando si finisca nei gangli di una indagine o di un processo, siano incompatibili con un ruolo di vertice in una municipalizzata.

Così come è chiaro a tutti, anche a coloro che rimangono ancora in silenzio, l’etica d’impresa e l’immagine della Bar.S.A. (e del Comune come socio unico) impongano un passo indietro, da parte dell’amministratore unico, per tutelare lavoratori, utenti e cittadinanza.

Perciò, dopo questo imbarazzante e imbarazzato silenzio, ci aspettiamo le dimissioni dell’avvocato Michele Cianci, a tutela di sé e della società, e un intervento del Sindaco (o di un suo assessore) sulla vicenda” – conclude il gruppo consiliare.

- Pubblicità -spot_img
[DISPLAY_ULTIMATE_SOCIAL_ICONS]
- Pubblicità -spot_img

Speciale COVID-19

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -

Leggi anche

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui