- Pubblicità -spot_img
martedì, 18 Giugno 2024
HomeAndriaAndria aggredita dai cinghiali: cresce la paura anche tra gli agricoltori

Andria aggredita dai cinghiali: cresce la paura anche tra gli agricoltori

Cinghiali non solo nell’abitato di Andria ma anche nelle campagne ed ora sono gli agricoltori ad avere paura ed a subirne i danni

Cinghiali non solo nell’abitato di Andria ma anche nelle campagne ed ora sono gli agricoltori ad avere paura ed a subirne i danni.

A parlare ai microfoni del Presidente Savino Montaruli di “Io Ci Sono!” è l’imprenditore agricolo Larosa Giovanni il quale, attraverso l’intervento del congiunto signor Antonio, denuncia i gravissimi episodi registrati quest’anno: dalla distruzione di appezzamenti di terreno destinati a produzione di ortaggi fino a quella delle tubature e degli impianti di irrigazione.

Pare che anche le Autorità alle quali la famiglia Larosa si è pur rivolta non abbiano assunto alcuna iniziativa se non consigliare di richiedere i danni alla Regione Puglia. Ma anche questa procedura è articolata e persino dispendiosa a causa della documentazione tecnica da produrre.

Un disastro che dall’Associazione “Io Ci Sono!” affermano di volerne parlare direttamente con il Procuratore della Repubblica di Trani nel corso di un incontro che dovrebbe tenersi a breve su richiesta di Unibat e del Comitato Liberi Agricoltori Andriesi sul tema della criminalità e sicurezza nelle campagne. L’ufficio del Procuratore, peraltro, ha già riscontrato la nota e a breve ci dovrebbero essere ulteriori risvolti.

“Di sicuro quello dei cinghiali riguarda ormai il tema della sicurezza pubblica quindi tutti i cittadini, soprattutto i soggetti più fragili come i bambini che rischiano di non poter neppure stare sereni e tranquilli nel proprio quartiere o arrivare a scuola senza pericoli” – hanno dichiarato dall’Ufficio di Presidenza dell’Associazione di Volontariato.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

ATTUALITA'

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Leggi anche

spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui