- Pubblicità -spot_img
lunedì, 27 Maggio 2024
HomeAndriaAndria - Dedicate anche 3 panchine ai 3 studenti Itis vittime della...

Andria – Dedicate anche 3 panchine ai 3 studenti Itis vittime della tragedia ferroviaria

Sono quelle donate dal Presidente del Consiglio, dr. Giovanni Vurchio, installate nelle settimane scorse e dedicate, ciascuna ad ognuno dei 3 studenti

3 panchine, posizionate nel giardino della scuola, in memoria delle 3 vittime della tragedia ferroviaria che frequentavano l’Itis “O. Jannuzzi” di Andria.

Sono quelle donate dal Presidente del Consiglio, dr. Giovanni Vurchio, installate nelle settimane scorse e dedicate, ciascuna ad ognuno dei 3 studenti.

Sabato scorso, invece, sono state assegnate 3 borse di studio, per l’anno scolastico 2021/2022, agli studenti più meritevoli. A loro ha fatto riferimento anche il Dirigente dell’Itis, prof. Monopoli, durante il suo saluto conclusivo a tutti i partecipanti alla cerimonia di consegna.

Dopo la prima edizione, anche per l’anno 2022/2023 si svolgerà la consegna di tre borse di studio dedicate al ricordo delle vittime della tragedia ferroviaria del 12 luglio 2016. Il sostegno alla seconda edizione è stato assicurato dal Sindaco, avv. Giovanna Bruno, e dal Presidente del Consiglio comunale, Giovanni Vurchio, che sono intervenuti alla cerimonia di premiazione, tenutasi nell’Aula Magna “G. Valente” dell’Itis Onofrio Jannuzzi, sabato scorso.

Sono proprio le vite e i sogni spezzati di quei studenti, compagni e figli giovanissimi, che i tre vincitori delle borse di studio, Roberta Ghiffi, Di Trani Nicola e Stivallato Giuseppe, distintisi per la loro dedizione e senso di responsabilità diplomandosi con il massimo dei voti, hanno ora l’impegno di ricordare negli anni e soprattutto di brillare affinchè possano raggiungere risultati che diano voce ai sogni dei compagni scomparsi.

“Da mamma provo un disagio incredibile perché è innaturale che un genitore vada a seppellire suo figlio e poi c’è rabbia perché questo figlio non c’è più – ha detto il Sindaco, avv. Giovanna Bruno. Ricorderemo anche in futuro queste tre giovani vite interrotte. La comunità scolastica e quelle di Andria, Corato e Ruvo, città coinvolte, devono conservare la loro memoria”.

“A chi vive con passione, voglia, determinazione e amore, la vita sa riconoscere i risultati premiando l’impegno come abbiamo fatto il 12 novembre – ha affermato il Presidente del Consiglio comunale, Giovanni Vurchio. È importante credere e lavorare attivamente per il proprio futuro, che le istituzioni, Amministrazione comunale e comunità scolastica, devono garantire”.

Ad Antonio Summo, Francesco Ludovico Tedone e Gabriele Zingaro sono stati dedicati anche tre alberi piantati nel giardino della scuola e tre laboratori che adesso portano i loro nomi.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

ATTUALITA'

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Leggi anche

spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui