- Pubblicità -spot_img
lunedì, 27 Maggio 2024
HomeAndriaFidelis Andria - Sconfitta tra emozioni e polemiche contro la Juve Stabia

Fidelis Andria – Sconfitta tra emozioni e polemiche contro la Juve Stabia

Si conclude con un amaro 0-1 per i campani il 17° turno di campionato di Serie C girone C

Si conclude con un amaro 0-1 per i campani il 17° turno di campionato di Serie C girone C fra Fidelis Andria – Juve Stabia.

Una partita ricca di emozioni ma soprattutto polemiche in particolar modo verso il direttore di gara, il signor Sfira Bogdan Nicolae di Pordenone, che ha fatto discutere per alcune sue decisioni che hanno penalizzato i federiciani.

L’avvio di partita è subito frizzante con i padroni di casa che subito dimostrano un atteggiamento propositivo ed offensivo.

Infatti la prima occasione arriva dopo qualche minuto dai piedi di Candellori che con una volée prova a sorprendere Barosi, il portiere avversario è attento sulla situazione di gioco.

Gli ospiti provano a rispondere ai biancazzurri approfittando di qualche errore difensivo, cercando di punirli con delle ripartenze in contropiede.

Pandolfi sicuramente tra gli uomini più pericolosi tra le fila campane, che in contropiede non riesce a battere Savini, che in situazione di tu per tu riesce a ipnotizzare l’attaccante avversario.

Ancora Fidelis offensiva con Urso che prova a far gridare di gioia i suoi tifosi con una perla su calcio di punizioni, ma è sontuoso l’intervento del portiere avversario che nega il vantaggio federiciano.

Alla mezz’ora succede davvero di tutto. L’episodio che ha destato più di qualche polemica avviene in area di rigore ospite, con Bolsius che è stato atterrato irregolarmente al difensore avversario dopo una bella serpentina, l’arbitro però nega il calcio di rigore per i padroni di casa.

Ma è ancora più clamoroso quanto è accaduto al minuto 33 di gioco, sugli sviluppi di calcio d’angolo per i biancazzurri si crea una mischia in area e prima con Persichini, poi con Bolsius, la palla colpisce prima il palo e poi, secondo il direttore di gare, non oltrepassa la linea di porta. Increduli i giocatori della Fidelis che pensavano già di poter esultare.

Il secondo tempo è stato meno spumeggiante, tant’è che si è giocato con meno intensità, difatti ci sono state molte meno occasioni, con i biancazzurri che hanno cercato di preservare il risultato e di ottenere un punto importante contro una squadra che occupa la quinta posizione in classifica.

Purtroppo però al minuto 82, sugli sviluppi di una rimessa laterale è proprio la Juve Stabia a portarsi in vantaggio con Pandolfi, avventandosi su una palla apparentemente innocua e regalando i tre punti alla sua squadra.

FIDELIS ANDRIA (4-3-3): Savini; Fabriani, Milillo, Dalmazzi, Ciotti; Djibril, Candellori, Zenelaj; Pavone, Sipos, Bolsius

Allenatore: Doudou Diaw

JUVE STABIA (4-3-3): Barosi; Maggioni, Peluso, Caldore, Mignanelli; Scaccabarozzi, Berardocco, Ricci; Guarracino, Santos, D’Agostino

Allenatore: Leonardo Colucci

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

ATTUALITA'

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Leggi anche

spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui