- Pubblicità -spot_img
venerdì, 19 Aprile 2024
HomeAndriaAndria - Il Comune vieta la vendita di bevande in contenitori in...

Andria – Il Comune vieta la vendita di bevande in contenitori in vetro il 24 e il 31 dicembre

Unibat: "Come fa l’esercente a capire se la bevanda sia destinata al “consumo immediato?”. Poiché sono previste pesanti sanzioni il Questore ed il comandante della Polizia locale chiariscano”

Ad Andria è stata emanata l’ordinanza sindacale n. 356 del 22 dicembre 2022 con la quale, con appena due soli giorni di preavviso, si vieta, per tutto l’arco delle giornate di sabato 24 dicembre 2022 e sabato 31 dicembre 2022 la vendita di bevande “destinate al consumo immediato”, su tutto il territorio comunale, in contenitori di VETRO, da parte di: attività di somministrazione di alimenti e bevande, autorizzate anche in forma temporanea; circoli privati; distributori automatici; attività artigianali autorizzate alla vendita di bevande, esercizi commerciali, operatori del commercio su aree pubbliche; tutte le forme speciali di commercio in genere che consentano la vendita di bevande in vetro.

Tale provvedimento, si legge nell’ordinanza, verrebbe assunto anche perché: “L’Amministrazione Comunale è impegnata nelle campagne a favore dell’ambiente e nella tutela dell’immagine, del decoro e della pulizia della città assicurando una fruizione del territorio, consapevole e decorosa”.

L’ambiguità del divieto e del contenuto dell’ordinanza non sfugge a Unibat-Unionecommercio, l’Associazione di Rappresentanza del Presidente Savino Montaruli, dal cui ufficio Amministrativo dichiarano: “Abbiamo letto l’ordinanza sindacale e le perplessità sono numerose. Innanzitutto anche questa volta l’Amministrazione comunale arriva in ritardo rispetto all’emanazione dei provvedimenti considerato che tale divieto viene previsto con soli due giorni di anticipo rispetto alla sua applicazione.

Infatti l’ordinanza prevede l’obbligatorietà per tutti gli esercizi di ESPORRE, in modo ben visibile al pubblico, il provvedimento, anche per quanto riguarda le attività sulle aree pubbliche. A parte il fatto che, non essendo stata notificata agli interessati, sarà molto improbabile che tutti gli Esercenti vengano a conoscenza di questo provvedimento di divieto con così poco tempo di preavviso, resta la profonda ambiguità nel definire “vendita di bevande destinate al consumo immediato”.

Tale fattispecie, infatti, non ci risulta sia contemplata in nessuna normativa e la differenza, semmai, è solo quella tra vendita per asporto di bevande in contenitori di vetro e somministrazione di bevande in contenitori di vetro.

Poiché sono previste pesanti sanzioni a carico degli esercenti che non rispettassero il divieto, fino a 500 euro con eventuale sospensione dell’attività, chiediamo al signor Questore della Provincia Barletta Andria Trani ed al Comandante della Polizia Locale ai quale dovrebbero essere affidati i compiti di controllo per il rispetto del divieto: “come farebbe un commerciante, un barista, un titolare di enoteca, un commerciante ambulante fast food o un titolare di un distributore automatico che pongano in vendita una bottiglia di prosecco o di aranciata o di vino o di qualunque altra bevanda, alcolica o analcolica, a sapere preventivamente se l’acquirente abbia intenzione o meno di farne un “uso immediato?”.

Con questa domanda ci apprestiamo a vivere le vigilie di Andria che un tempo erano una boccata di ossigeno per le imprese ma che oggi sono state declassate a momenti di tensione, di stress e persino di concorrenza sleale rispetto a quanto accadrà nei comuni vicini pronti ad accogliere decine di migliaia di andriesi che lasceranno la città federiciana, sperando che i massi posti sulle rotatorie dell’Andria-Trani siano stati rimossi e che l’illuminazione non funzionante ripristinata.

Giusto per evitare di rovinare le feste a qualche famiglia vista la frequenza degli incidenti stradali in questo periodo” – conclude Unibat-Unionecommercio.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

ATTUALITA'

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Leggi anche

spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui