- Pubblicità -spot_img
lunedì, 27 Maggio 2024
HomeBarlettaBarletta - Terremoto Turchia, attivato centro di raccolta beni presso l'Ambulatorio Popolare

Barletta – Terremoto Turchia, attivato centro di raccolta beni presso l’Ambulatorio Popolare

Si richiedono vestiti invernali, generi alimentari e altri materiali per combattere il freddo nelle zone colpite dal terrificante terremoto

“Si sospendano le sanzioni internazionali applicate alla Siria dagli USA e dall’Europa al fine di aprire un canale umanitario ed aiutare anche la popolazione siriana, già stremata dalla guerra” – questa la nota dell’Ambulatorio Popolare di Barletta, nella persona del presidente Cosimo Matteucci.

“Dopo aver perfezionato i contatti siamo in grado di attivare un centro di raccolta presso la sede dell’Ambulatorio popolare di Barletta – OdV in Piazza Plebiscito n. 56, operativo dal lunedì al venerdì, dalle ore 10:30 alle 12:30 e dalle 17:00 alle 19:00.

Si richiedono solo i beni di seguito elencati:

VESTITI INVERNALI:
– cappotti;
– impermeabili;
– stivali; stivaletti;
– maglioni;
– pantaloni;
– guanti;
– sciarpe;
– cappelli;
– calze;
– biancheria intima.

GENERI ALIMENTARI:
– cibo a lunga conservazione;
– cibo per bambini a lunga conservazione;
– pannolini;
– assorbenti per donne.

ALTRI BENI E MATERIALI:
– coperte;
– sacchi a pelo;
– tende;
– letti e materassi da campeggio;
– thermos.

I beni raccolti verranno progressivamente trasportati a Trani in Via Barletta n. 205 per lo stoccaggio che verrà curato dall’azienda di autotrasporti “Longo Logistics”. Da Trani poi verranno trasportate a Bari da dove ripartiranno per giungere, dopo altre tappe intermedie, nelle aree terremotate della Turchia, beneficiando di un accordo raggiunto con l’Ambasciata turca di Brindisi.

“Gli aiuti per la popolazione siriana, già stremata dalla guerra, sono più complessi e richiedono la sospensione delle sanzioni internazionali applicate dagli USA e dall’Europa al fine di aprire un canale umanitario e consentire al flusso di aiuti di arrivare celermente dove sono più necessari.

Con questa richiesta ci uniamo a tutte le altre associazioni che in questo momento si stanno organizzando per aiutare quelle persone ad affrontare questa terribile catasfrofe. A tal fine stiamo comunque avviando dei contatti con alcune organizzazioni curde.

Per ogni ulteriore informazione é necessario contattare il nostro centralino dal lunedì al sabato, dalle ore 9:00 alle 21:00, ad uno qualsiasi dei seguenti numeri telefonici: 338.7377937328.8459791347.6569576349.8239695.

Fate presto, facciamo presto. Nessuno resti indietro“.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

ATTUALITA'

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Leggi anche

spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui