- Pubblicità -spot_img
martedì, 5 Marzo 2024
HomeAttualitàTerremoto Turchia, la Caritas di Andria avvia raccolta fondi per colletta nazionale

Terremoto Turchia, la Caritas di Andria avvia raccolta fondi per colletta nazionale

La Conferenza Episcopale Italiana ha già stanziato un primo contributo di 500.000 €, ma l’aggravarsi della situazione, in una zona segnata anche da conflitti, richiede un intervento maggiore: ecco come parteciparvi

Anche la Caritas diocesana di Andria ha avviato una raccolta fondi per partecipare alla colletta nazionale indetta dalla Conferenza Episcopale Italiana.

Nelle prime ore successive alla scossa più forte Caritas Italiana diffondeva questa nota: “Si fa sempre più drammatico il bilancio della catastrofe che ha colpito il Sud-est della Turchia e il Nord della Siria. I bisogni umanitari sono enormi. Manca l’acqua potabile, l’elettricità, le vie di comunicazione sono interrotte, c’è bisogno di tutto”, queste le parole del Vescovo Paolo Bizzeti, Vicario apostolico dell’Anatolia e Presidente della Caritas in Turchia. E dopo una settimana iniziamo a conoscere l’entità di questa tragedia”.

La Conferenza Episcopale Italiana ha già stanziato un primo contributo di 500.000 €, ma l’aggravarsi della situazione, in una zona segnata anche da conflitti, richiede un intervento maggiore, per questo si è attivata la rete delle Diocesi e delle parrocchie per sensibilizzare i fedeli alla generosità.

Operatori di Caritas Italiana sono presenti nelle zone del sisma per coordinare meglio gli interventi in supporto ad una Chiesa che è minoranza nel paese ma che trova proprio nella Caritas la sua maggiore attrattiva e prossimità alla popolazione locale. La nostra Caritas diocesana ha legami con Caritas Turchia attraverso il direttore della Caritas nazionale, Nadir, e con la Siria attraverso l’esarca della Chiesa Armena ad Atene, padre Joseph.

“Con il nostro vescovo si sono offerte le indicazioni per una raccolta diocesana che possa esprimere la nostra vicinanza alle popolazioni e alle chiese colpite dal sisma.

Beni materiali sono tassativamente esclusi dalla raccolta per le difficoltà di trasporto e consegna ai beneficiari e per la gestione centralizzata in Turchia attraverso l’AFAD, mentre in Siria vige un embargo e alcune zone sono inaccessibili per la guerra in corso.

Le modalità per la partecipazione per sostenere gli interventi sono

  • bonifico bancario intestato a Caritas diocesana di Andria presso: Banca Etica – IBAN: IT 53 B 05018 04000 000011106853;
  • tramite paypal/carta di credito sul sito https://www.caritasandria.it/cosa-puoi-fare/#dona-ora specificando sempre la causale);
  • offerte “brevi manu” presso la sede della Caritas diocesana (Via E. De Nicola, 15; 10 – 12 e 17.30 – 19.30 ogni giorno).

Si possono seguire gli aggiornamenti su https://www.caritas.it/emergenza-terremoto-in-turchia-e-siria/ Siamo grati a tutti coloro che vorranno sostenere questa giusta causa e partecipare alla gara di solidarietà”.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

ATTUALITA'

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Leggi anche

spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui