- Pubblicità -spot_img
domenica, 21 Luglio 2024
HomeBarlettaBarletta – “Supermarket” della droga in pieno centro: rinvenuti anche 14 cristalli...

Barletta – “Supermarket” della droga in pieno centro: rinvenuti anche 14 cristalli di crack

E' il primo sequestro in città di questa potente e pericolosa sostanza stupefacente: arrestato 27enne

Ventisettenne arrestato in flagranza di reato per produzione e detenzione di sostanze stupefacenti e detenzione illegale di ordigni esplosivi improvvisati: è l’esito di un’operazione portata a termine dai Carabinieri della Sezione Operativa di Barletta.

I militari hanno così smantellato quello che ritengono essere un vero e proprio “supermarket” della droga. Nel locale, infatti, i militari dell’Arma hanno rinvenuto svariate tipologie di sostanze stupefacenti tra cui, marijuana, cocaina, hashish, ma soprattutto 14 cristalli di crack, ovverosia una potente droga in grado di indurre elevata dipendenza e rapida assuefazione, composta da cocaina sottoforma di cristalli. Trattasi del primo sequestro a Barletta di questa potente e pericolosa sostanza stupefacente.

Da alcuni giorni i militari tenevano sotto osservazione i movimenti in ingresso e in uscita da un’abitazione nel centro storico di Barletta: secondo le informazioni raccolte in quella casa si praticava una fiorente attività di spaccio e vi era un frequentissimo viavai, soprattutto nelle ore notturne, di molti giovani e giovanissimi.

All’esito di prolungati e complessi appostamenti, definite le modalità con cui operare, i militari dell’Arma decidevano dunque di intervenire all’interno del locale, sorprendendo il ventisettenne in possesso di 2 ordigni esplosivi improvvisati, uno dei quali altamente pericoloso in quanto composto da una serie di lame metalliche taglienti, 14 cristalli di crack, 21 dosi di cocaina, 2 stecche di hashish, marijuana per un peso complessivo di 2 gr., nonché 3 armi bianche, tra cui un machete di grosse dimensioni, due bilancini di precisione e vario materiale per la produzione e il confezionamento dello stupefacente.

Al vaglio degli investigatori l’ipotesi che il ventisettenne abbia venduto droga anche a ragazzi minorenni, considerata la considerevole presenza di questi ultimi nel locale del centro storico. Espletate le formalità di rito, il giovane veniva tradotto presso la casa circondariale di Trani così come disposto dall’Autorità Giudiziaria di Trani, informata dagli operanti.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

ATTUALITA'

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Leggi anche

spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui