- Pubblicità -spot_img
domenica, 16 Giugno 2024
HomeCanosa di PugliaCanosa – Niente Tari e Canone Unico Patrimoniale per chi aprirà un’attività...

Canosa – Niente Tari e Canone Unico Patrimoniale per chi aprirà un’attività nel Centro Storico

Il Centro Storico di Canosa merita un’attenzione esclusiva ed è per questo che fondamentale in quest’ottica diventa il rilancio della sua economia dando la possibilità a cittadini ed imprese di investire

Il Centro Storico di Canosa merita un’attenzione esclusiva ed è per questo che fondamentale in quest’ottica diventa il rilancio della sua economia dando la possibilità a cittadini ed imprese di investire.

A questo proposito, stimolare investimenti di cittadini e imprese attraverso agevolazioni, incentivi, sgravi e contributi è volontà di questa Amministrazione che in occasione dell’ultimo Consiglio Comunale, ha proposto ed approvato con deliberazione n.22 e 21, sia la modifica del regolamento della disciplina per la TARI, sia la modifica del regolamento per la disciplina del Canone Unico Patrimoniale di Occupazione del Suolo Pubblico e di Esposizione Pubblicitaria.

Relativamente alla regolamentazione della Tari, l’attenzione è stata focalizzata sull’articolo 28 “Ulteriori riduzioni ed esenzioni” che prevede a partire dal 2024 l’esenzione dal pagamento del tributo Tari per tutti i soggetti passivi titolari di esercizi commerciali, artigianali, pubblici esercizi ed attività professionali che apriranno attività nella zona storica.

E’ questo un primo passo in un’ottica di sviluppo e recupero del centro storico della città utile a rivitalizzarlo andando così incontro a tutti coloro i quali vorranno, assieme a questo esecutivo, rigenerare la parte più antica di Canosa.

«L’ esclusione dalla tassazione Tari per i soggetti passivi di imposta che decideranno di aprire la propria attività e comunque fare impresa nel nostro centro storico – spiega il consigliere delegato al Bilancio Fabio Farfalla – non è che un primo passo verso la riqualificazione di una zona abbandonata da anni.

Abbiamo inteso riprendere la strada interrotta dieci anni fa: il centro storico deve tornare a splendere, consapevoli che la misura approvata sia solo la base sulla quale poter costruire il nostro futuro operato».

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

ATTUALITA'

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Leggi anche

spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui