- Pubblicità -spot_img
lunedì, 24 Giugno 2024
HomeAttualitàAndria – Fitwalking for AIL, oltre 200 partecipanti alla marcia solidale

Andria – Fitwalking for AIL, oltre 200 partecipanti alla marcia solidale

La volontà alla base degli eventi è quella di sensibilizzare sull’importanza della ricerca, in questo caso particolare sulla Leucemia Mieloide Cronica

Colori sgargianti a rendere ancora più bello il monumento Unesco della sesta provincia: decine di magliette azzurro e blu indossate dai quasi 200 partecipanti alla camminata solidale, svoltasi domenica 24 settembre 2023 e organizzata dalla sezione provinciale Bat dell’Associazione Italiana per la lotta alle Leucemie con il patrocinio del Comune di Andria e dell’Asl Bt.

La volontà alla base degli eventi è quella di sensibilizzare sull’importanza della ricerca, in questo caso particolare sulla Leucemia Mieloide Cronica: una malattia che si sviluppa nel midollo osseo e progredisce lentamente, per cui fino a una ventina d’anni fa non c’era cura. Ora, grazie al progresso scientifico, la malattia può essere tenuta sotto controllo ma bisogna tenere alta l’attenzione.

Per questo in tutta Italia, e per la Puglia alle pendici di Castel del Monte, è stata organizzata la “Fitwalking For AIL”, che rientra tra le varie attività collegate al progetto “Sport e Salute”, finalizzato a favorire il reinserimento sociale dei pazienti che hanno felicemente superato la malattia.

Un serpentone di famiglie con bambini, volontari, pazienti e caregiver, sportivi provenienti da tutta la Puglia si sono ieri dati appuntamento per diventare testimoni di solidarietà lungo il percorso che porta a Castel del Monte, con la guida e preparazione tecnica degli istruttori andriesi abilitati in Fitwalking Lucia Crapolicchio e Antonio Lopetuso: «Ringrazio tutti di cuore per la calda partecipazione – ha commentato il presidente Ail Bat Vito Leonetti – alla passeggiata.

Per noi ha significato condividere insieme un momento bello per dare una possibilità ai pazienti di riprendere in mano la propria vita, con un’attività sportiva. Noi vogliamo dimostrare che la leucemia non è per forza una malattia invalidante, è una malattia da cui si guarisce e chi guarisce può riprendere tranquillamente in mano la sua vita “normale”.

Ringrazio Lucia Crapolicchio e Antonio Lopetuso che ci hanno guidato e aiutato nella preparazione a questa camminata, a cui doniamo oggi una targa con una frase scelta da noi: “Anche la strada più diritta può risultare tortuosa se nessuno ti insegna a camminare nel modo giusto”. Da oggi riprende la nostra attività #versonuovitraguardi».

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

ATTUALITA'

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Leggi anche

spot_img