- Pubblicità -spot_img
domenica, 3 Marzo 2024
HomeBarlettaBarletta – Dimissioni Sindaco, Lista Cannito: “Sostegno incondizionato al primo cittadino”

Barletta – Dimissioni Sindaco, Lista Cannito: “Sostegno incondizionato al primo cittadino”

Non sono dello stesso avviso le attiviste e gli attivisti di Coalizione Civica Barletta che affermano la "totale incapacità dell'attuale amministrazione comunale di gestire la cosa pubblica"

La lista Mino Cannito Sindaco, nelle persone dei consiglieri comunali Gianluca Gorgoglione, Letizia Rana e Vito Tupputi, reiterano il loro sostegno indiscutibile e incondizionato al Sindaco, seppur attualmente dimissionario, Mino Cannito.

“La decisione di dimettersi del Sindaco Cannito non può essere ritenuta espressione della sua incapacità a tenere “a bada” la sua maggioranza ma è, probabilmente, la sua risposta all’ ennesimo comportamento di irresponsabilità che si è avuto nel Consiglio Comunale tenutosi in data 24.11.2023, ove tutti coloro i quali in campagna elettorale hanno affermato il loro unico interesse al “bene della città” hanno tradito queste promesse, hanno tradito i cittadini di Barletta ed in particolare quelli che da oltre vent’anni aspettano di avere un maggior decoro e attenzione dei luoghi in cui vivono.

La lista Mino Cannito Sindaco è sempre stata rispettosa delle diverse vedute e opinioni e non può condividere che esse vengano negate neppure dalla “politica”.

La lista Mino Cannito Sindaco, ancora una volta, con grande senso dl responsabilità e di rispetto alla Città e ai cittadini di Barletta, nella seduta del Consiglio comunale del 24.11.2023 è rimasta sempre in aula ben consapevole della rilevanza di quanto si sarebbe dovuto approvare e osservante dei principi che dovrebbero guidare una sana e costruttiva consiliatura.

Pertanto, la lista Mino Cannito Sindaco auspica che tutti, indistintamente, facciamo un attento e responsabile esame di quanto accaduto, al fine di una cosciente e consapevole visione di ciò che potrebbe accadere alla nostra città di Barletta con un ulteriore commissariamento”.

Non sono dello stesso avviso le attiviste e gli attivisti di Coalizione Civica Barletta e i consiglieri comunali Carmine Doronzo e Michela Diviccaro:

“Il consiglio comunale tenutosi il 24 novembre scorso ha messo in evidenza, per l’ennesima volta, la totale incapacità dell’attuale amministrazione comunale di gestire la cosa pubblica.

La pace cannitiana è durata appena un mese. Dopo la crisi di maggioranza delle scorse settimane, apparentemente rientrata con il solito rimpasto di assessori, nel corso dell’ultima seduta consiliare abbiamo assistito al feroce scontro interno tra gli esponenti di forza Italia e quelli di fratelli d’Italia.

A nulla sono servite le cerimonie contro la violenza maschile sulle donne con cui si erano aperti i lavori nel primo pomeriggio, sì perché lo spettacolo al quale abbiamo assistito ha messo in mostra urla, minacce e prove di forza che poco hanno a che fare con un comportamento esemplare e democratico.

Come ormai ci hanno abituati, anche questa volta a far scricchiolare la maggioranza è stato un provvedimento di natura urbanistica portato al voto dell’aula senza un preventivo confronto tra le forze politiche che sostengono Cannito.

Dopo un primo tentativo di rinvio, non andato a buon fine, a far surriscaldare gli animi è stato un emendamento promosso dalla consigliera Mele (fdi) su suggerimento del sindaco, e sottoscritto da una decina di consiglieri di maggioranza ma mal digerito dal presidente del consiglio comunale Lanotte (fi), il quale avrebbe dato ordine ai suoi di abbandonare l’aula.

A seguito della mancanza del numero legale per proseguire i lavori, il sindaco ha di suo pugno scritto e poi consegnato al segretario generale una lettera di dimissioni alla quale sono seguite urla e improperi tra assessori e consiglieri di maggioranza, in un “tutti contro tutti” che non lascia spazio a dubbi. Il giocattolo della destra barlettana si è rotto!

Purtroppo non è la prima volta che assistiamo a scene simili e siamo costretti a ribadire la nostra totale estraneità sia dai metodi utilizzati, sia dalle forze politiche che, per motivi mai svelati, continuano a tenere in ostaggio un’intera città. Proprio per queste ragioni invitiamo tutte le forze politiche, comprese quelle di opposizione, a concentrarsi sulla risoluzione dei problemi reali dei cittadini e a tenersi fuori da queste diatribe interne che non fanno altro che lasciare la città nell’ingovernabilità e nel caos, mentre al sindaco chiediamo di abbandonare il vittimismo che lo contraddistingue e di assumersi pubblicamente le proprie responsabilità nei confronti di tutta la cittadinanza, in quanto è il principale artefice della propria squadra di governo, evidentemente troppo rissosa ed incapace di amministrare con serietà e giudizio” – concludono da Coalizione Civica Barletta.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

ATTUALITA'

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Leggi anche

spot_img