- Pubblicità -spot_img
martedì, 21 Maggio 2024
HomeSportXXVI Coppa Città di Bisceglie di ciclocross: edizione da incorniciare

XXVI Coppa Città di Bisceglie di ciclocross: edizione da incorniciare

Circa 250 partecipanti in rappresentanza di oltre 60 società giunte da 10 diverse regioni: sono i numeri principali che attestano il successo della gara organizzata dalla Polisportiva Cavallaro

I capricci di Giove Pluvio hanno rappresentato l’elemento caratterizzante della “XXVI Coppa Città di Bisceglie – Memorial Preziosa” di ciclocross, mirabilmente allestita dalla Polisportiva Gaetano Cavallaro a ridosso della litoranea di ponente, in zona Conca dei Monaci.

Fattore del tutto inedito rispetto alle precedenti edizioni, la pioggia – caduta incessantemente durante le quattro ore complessive di gare, a tratti in maniera molto forte – ha reso ancor più gravosa e al contempo entusiasmante la performance dei circa 250 partecipanti giunti da ben 10 diverse regioni dello Stivale per assicurarsi punti preziosi all’interno del MediterraneoCross e, soprattutto, per contendersi il titolo italiano di società CX (ciclocross), finito per la quinta volta nella bacheca della DP66, realtà friulana guidata da Luisa Pontoni.

Per il numeroso e instancabile staff della Polisportiva Cavallaro, coordinato dal direttore Sabino Piccolo, si è trattato di un successo a tutto tondo, ratificato dagli unanimi consensi ricevuti da dirigenti, tecnici e atleti delle oltre 60 società presenti in una delle kermesse più longeve del panorama ciclocrossistico del Centro-Sud, che ha goduto del patrocinio di Regione Puglia e Comune di Bisceglie.

Non meno significativi gli elogi delle numerose autorità sportive federali presente all’evento, a partire dal lucano Carmine Acquasanta, vicepresidente vicario delle FederCiclismo.

IL PERCORSO. La gara si è disputata su un circuito quasi completamente sterrato, ricavato in due terreni collegati da un tratto di asfalto di circa 300 metri. Il tracciato ha incluso una scalinata di quindici gradini resa viscida dall’acqua, un segmento in contropendenza nonché diverse collinette e avvallamenti per una lunghezza totale di 2600 metri, da ripetere più volte a seconda delle categorie.

I RISULTATI. La prima partenza, articolata in 2 giri, ha interessato i G6: al maschile affermazione per il coratino Oscar Carrer (Fusion Bike) sull’abruzzese Riccardo Mazzocchetti (Pedale Teate), con l’alfiere della Pol.va Cavallaro Gabriele Losciale giunto 8°, mentre in ambito femminile ha primeggiato Martina Giuliese della Ludobike Bisceglie.

Secondo “start” (3 giri) relativo ad Esordienti e Donne Allieve, con i seguenti vincitori: categoria Esordienti maschili Gabriele La Notte (Ludobike Bisceglie), Esordienti donne Beatrice Trabucchi (Ale Cycling Team), Donne Allieve 2° anno Camilla Murro (DP 66), Donne Allieve 1° anno Jolanda Sambi (Ale Cycling Team). Per la Pol.va Cavallaro in gara Daniel Amoruso e Alessio Amoruso, rispettivamente 20° e 21° tra gli Esordienti.

Doppia vittoria per atleti biscegliesi al termine della terza gara, tutta riservata agli Allievi (3 giri, con 45 concorrenti al via). Sul gradino più alto del podio nella fascia Allievi di secondo anno è salito Mirco Sasso (Fusion Bike) davanti all’emiliano Stefano Cavalli (Ale Cycling Team) e al friulano Nicola Cerame (DP 66), mentre gli Allievi di primo anno si è imposto Francesco Dell’Olio (Fusion Bike) su Nicholas Scalorbi (Ale Cycling Team) e Giorgio Bramini Goretti (Cycling Cafè Racing Team). In casa Pol.va Cavallaro si sono ben difesi Leonardo De Toma (Allievo 2° anno) e Adam Abdelsamad (Allievo 1° anno).

Quarta partenza (la più partecipata, con 75 corridori arrivata al traguardo) disputata su 5 giri e destinata a Junior, Amatori F2-3 Donne, scandita dalle vittorie di categoria per Giacomo Serangeli (Junior, DP 66), Luigi Ghiaroni (M5, Bici per Tutti), Luigi Carrer (M6, Fusion Bike), Giulia Zambelli (Donne Junior, DP 66), Ernesto Angelini (M4, Narducci Team Cofano), Luigino D’Ambrogio (M7, Rampiclub Val Vibrata), Ilenio Fulgido (Donne Elite, Ciclo Team Valnoce), Giuseppe Cinalli (M8, Pro Life), Veronica Improta (W5, Federal Team Bike) ed Eleonora Valluzzi (W6, Loco Bikers). Per i colori della Pol.va Cavallaro da segnalare la 20^ piazza di Andrea Marino (Junior), il 9° posto di Emilia Musci tra le Donne Junior e il 9° posto di Domenico Grotta fra gli M5.

Dulcis in fundo la prova riservata agli Open – Amatori F1, nella quale il primato assoluto è andato all’Under 23 pordenonese Tommaso Cafueri (classe 2005, Asd DP 66) dinanzi al compagno di società Tommaso Tabotta, con podio completato da Vittorio Carrer della Fusion Bike. Da rimarcare la brillante performance di Leonardo Santeramo, portacolori della Pol.va Gaetano Cavallaro, trionfatore nella categoria Elite nonché ottavo assoluto.

Ecco l’elenco degli altri vincitori, distribuiti per categorie: Samuele Muggeo (Elite Master Sport, Team 7zerozero33), Cristian Masciulli (M1, team Eracle), Maurizio Ditaranto (M2, Talent Bike) e Giuseppe Belgiovine (M3, Fusion Bike). Nona piazza per Giuseppe Cassano (Pol.va Cavallaro) nella fascia Under 23.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

ATTUALITA'

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Leggi anche

spot_img