- Pubblicità -spot_img
martedì, 21 Maggio 2024
HomeAndriaAndria – Lezione di teatro al liceo “Nuzzi” con Stornaiolo e Signorile

Andria – Lezione di teatro al liceo “Nuzzi” con Stornaiolo e Signorile

Titolo dello spettacolo interattivo è "Più Shakespeare per tutti" e sul palco del liceo si è partiti da domande particolari per giungere a risposte universali

Un’esperienza entusiasmante e coinvolgente: così hanno definito, studenti e professori del liceo scientifico “Nuzzi” di Andria, la lezione di teatro e di vita che Antonio Stornaiolo e Vito Signorile hanno portato in scena nell’auditorium “Michele Palumbo” della scuola andriese.

Titolo dello spettacolo interattivo è “Più Shakespeare per tutti” e sul palco del liceo si è partiti da domande particolari per giungere a risposte universali. Chi era Shakespeare? Qual è il segreto della sua fortuna? Perché ancora oggi, ai tempi di Facebook e degli smartphone, le sue opere sono ancora così attuali? Qual è la differenza tra Tragedia e Commedia? Perché l’Amore e l’Odio sono così necessari alla narrazione? Queste alcune delle domande a cui si è tentato di dare risposta, proponendo, nel contempo, giuste riflessioni sulla sua poetica, sulla coltivazione dei talenti e dei saperi, sulla necessità della parola per comunicare emozioni forti ed intense.

Gli studenti sono stati catturati dalla verve di Stornaiolo e dall’intensità interpretativa di signorile, due campioni dello spettacolo pugliese ascoltando i quali sono volate via quasi due ore intensissime.

«Il teatro nella scuola – ha sottolineato la dirigente scolastica Nicoletta Ruggieroriveste un ruolo cruciale nello sviluppo degli studenti, offrendo un terreno fertile per la crescita personale e sociale. Attraverso la partecipazione a rappresentazioni teatrali, gli studenti migliorano le loro abilità comunicative, apprendono a gestire l’ansia da prestazione e sviluppano una maggiore consapevolezza di sé.

Inoltre, il teatro promuove la collaborazione e il senso di comunità, creando un ambiente educativo che va oltre i confini delle aule, arricchendo così il percorso formativo complessivo degli studenti».

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

ATTUALITA'

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Leggi anche

spot_img