- Pubblicità -spot_img
domenica, 3 Marzo 2024
HomeTraniTrani – Stadio non agibile: chi si aggiudica la gara percepirà soldi...

Trani – Stadio non agibile: chi si aggiudica la gara percepirà soldi senza utilizzarlo

Saranno erogati 10.834 euro al mese senza servizi

Ultimi giorni per la presentazione delle offerte in merito alla gara per la concessione in uso e gestione degli impianti sportivi comunali di proprietà del Comune di Trani: la scadenza dei termini è alle 12 di sabato 10 febbraio.

Intanto sorge spontanea una domanda, o meglio una riflessione.

Lo stadio comunale attualmente non è agibile per impraticabilità del terreno di gioco. Pertanto chi si aggiudica la gestione dell’impianto sportivo percepirà la somma di 130 mila euro annui ovvero 10.834 euro al mese senza poter utilizzare lo stadio e quindi senza consumare acqua, luce, gas. Non sarà necessario custodirlo o pulirlo (o meglio i servizi essenziali) perché non può giocare o allenarsi nessuna squadra.

Insomma il Comune dovrà spendere soldi per ripristinare il terreno di gioco e allo stesso tempo elargire la somma per la gestione dello stesso senza che la società aggiudicataria spenda soldi per gestirlo perché inagibile. Pertanto il Comune a che titolo darà 10.834 euro al mese se non ci sarà alcun consumo e servizi.

La domanda allora sorge spontanea:”non era meglio aspettare che lo stadio tornasse agibile per bandire la gara?”.

Tornando al bando di gara ricordiamo che sono a gara sulla piattaforma Empulia i seguenti impianti sportivi comunali:

Stadio Comunale “Nicola Lapi”, sito in Via Superga, per anni 10 (dieci);

Campo di Calcio “Vincenzo Povia”, sito in Corso Matteo Renato Imbriani, per anni 10 (dieci);

Palazzetto dello Sport “Tommaso Assi”, sito in Via Giovanni Falcone, per anni 5 (cinque);

Palestra Tensostatica “Leonardo Narduccio Ferrante”, sita in Via Superga, per anni 5 (cinque).

L’importo stimato complessivo dei contributi a carico dell’Amministrazione sono stati così definiti: Stadio Comunale “Nicola Lapi”: Euro 1.306.468,30; Campo di Calcio “Vincenzo Povia”: Euro 138.031,40; Palazzetto dello Sport “Tommaso Assi”: Euro 203.719,55; Palestra Tensostatica “Leonardo Narduccio Ferrante”: Euro 81.585,90;

L’aggiudicazione sarà effettuata, per ciascun impianto, a favore del concorrente che avrà presentato l’offerta economicamente più vantaggiosa individuata sulla base degli elementi di valutazione e dei parametri indicati nell’Avviso e che ai fini della determinazione del punteggio economico rileverà la percentuale di ribasso sul contributo annuale dell’Amministrazione per l’impianto sportivo individuato.

Qui Ciascun concorrente potrà presentare la propria proposta di gestione in forma singola o in qualità di mandatario di raggruppamento temporaneo ed anche per tutti gli impianti individuati dalla procedura. Tuttavia dovrà indicare nell’istanza di partecipazione la scala di priorità (da 1 a 4) degli impianti dei quali intende assumere la gestione, pena l’esclusione di tutte le offerte presentate.

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

ATTUALITA'

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Leggi anche

spot_img